Mercoledì, 4 Agosto 2021
Regionali Sicilia 2017

M5S pronto al "Palermo Day": con Grillo tra piazze, strade e mercati

Il leader del Movimento Cinque Stelle tira la volata a Giancarlo Cancelleri, candidato alla presidenza della Regione, che rilancia: "O scegliete chi ha distrutto la nostra terra o scegliete il futuro. Non c'è via di mezzo, non ci sarà un'altra possibilità"

Beppe Grillo

La data del 5 novembre si avvicina e i partiti giocano il tutto per tutto per convincere gli elettori ad accordare loro la preferenza. Gli ultimi giorni di campagna elettorale per le regionali in Sicilia sono anche quelli dei "big". Berlusconi, Renzi, Grillo, tutti in Sicilia per sostenere rispettivamente Musumeci, Micari e Cancelleri nella corsa alla carica di governatore.

Beppe Grillo oggi è a Catania (dove ieri è stato Renzi ndr.), ma domani arriverà a Palermo. Il capoluogo siciliano doveva essere l'"arena" per un confronto con Berlusconi, che ha poi cambiato programma.

Grillo punge Berlusconi: "Tra buffoni ci si aiuta, vediamoci a Palermo"

Il #Palermoday - così lo chiamano i pentastellati - sarà un giorno dedicato al "parlare con i cittadini". Parlamentari, attivisti e simpatizzanti gireranno a gruppi sia per il centro sia per le varie circoscrizioni, con incursioni nelle piazze, strade e mercati per incontrare il maggior numero possibile di persone.

"Si parte - spiegano dal M5S - intorno alle 10,30 con concentramento finale a piazza Vedi intorno alle 18, per un saluto finale alla cittadinanza, o meglio, per un arrivederci, visto che proprio a Palermo è previsto il comizio di chiusura della campagna elettorale il 3 novembre".

“Stiamo facendo il massimo – dice Cancelleri - per informare i cittadini e portarli a votare, perché il 5 novembre sarà un'occasione irripetibile. I siciliani potranno decidere se continuare con Miccichè, Cuffaro e Genovese (nascosti dietro Musumeci) oppure cambiare rotta dando fiducia a noi che abbiamo un programma serio, liste pulite e assessori competenti (non imposti dai partiti). Il 5 novembre è un ballottaggio tra due idee di Sicilia. La nostra che è proiettata nel futuro e quella di Musumeci, Miccichè e Cuffaro che riporterebbe la Sicilia indietro, riconsegnandola alla peggior classe politica siciliana degli ultimi 15 anni. O scegliete chi ha distrutto la nostra terra o scegliete il futuro. Non c'è via di mezzo, non ci sarà un'altra possibilità. Il momento è ora”.

Regionali, Cancelleri designa il quinto assessore: Angelo Parisi si occuperà di rifiuti

Per lo schieramento opposto sono invece attesi, domani alle 10 all'hotel Wagner e poi alle 11 al cinema Lux, il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa e il presidente Antonio De Poli. “Abbiamo sviluppato dei dati, che domani ufficializzeremo - dice De Poli - tracciando l’identikit di una regione all’abbandono. Saremo il secondo partito di questa coalizione disponibili con competenza e onestà a contribuire allo sviluppo socio economico della Sicilia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S pronto al "Palermo Day": con Grillo tra piazze, strade e mercati

PalermoToday è in caricamento