Regionali Sicilia 2017

Regionali Sicilia 2017, guida al voto

Domenica 5 novembre si vota per eleggere il nuovo Presidente della Regione e il nuovo parlamento dell'Isola. I seggi saranno aperti dalle 8 alle 22. La scheda è unica e di colore giallo. E' ammesso il voto disgiunto e l'effetto "trascinamento"

Il fac-simile della scheda elettorale 

Domenica 5 novembre in Sicilia si vota per eleggere il nuovo Presidente della Regione e il nuovo parlamento dell'Isola che sarà composto da 70 deputati. A contendersi il ruolo di Governatore sono in cinque: Giancarlo Cancelleri per il Movimento 5 Stelle, Claudio Fava per la sinistra, Roberto La Rosa in campo con Siciliani Liberi, Fabrizio Micari per il centrosinistra e Nello Musumeci per il centrodestra. Per quanto riguarda i deputati, invece, 16 saranno eletti nella provincia di Palermo, 13 a Catania, 8 a Messina, 6 ad Agrigento, 5 a Siracusa e Trapani, 4 a Ragusa, 3 a Caltanissetta, 2 a Enna. Dei restanti otto seggi, uno spetta al Governatore eletto, sei andranno alla lista regionale del candidato presidente e il seggio restante andrà al candidato governatore arrivato secondo nelle preferenze.

Elezioni Regionali 2017, le liste nel collegio di Palermo

Quando si vota 

Si vota solo domenica 5 novembre. I seggi saranno aperti dalle 8 alle 22. Le operazioni di scrutinio inizieranno alle 8 del 6 novembre. Non sono previsti ballottaggi: vince chi raccoglie più voti. I cittadini aventi diritto al voto per poter esprimere la propria preferenza dovranno portare con sé al seggio un documento d’identità e la tessera elettorale.

Regionali 2017, dove ritirare la tessera elettorale

Come si vota

Nei seggi l'elettore riceverà una scheda gialla, suddivisa in rettangoli, ognuno corrispondente a una lista provinciale. La scheda contiene il contrassegno di ciascuna lista che concorre nell’ambito provinciale, affiancato da una riga riservata all’eventuale indicazione della preferenza per un candidato alla carica di deputato regionale appartenente alla lista. A destra, infine, è riportato il nome del candidato alla carica di Presidente della Regione, affiancato dal relativo contrassegno. Come di consueto, si dovrà barrare con una “X” la lista provinciale prescelta. Poi bisognerà mettere un'altra “X” sul nome del candidato alla presidenza della regione. Infine, chi volesse esprimere la preferenza per un candidato deputato all’assemblea regionale dovrà scrivere il suo nome e cognome nell'apposita riga. Alla competizione elettorale è ammesso il voto disgiunto: è dunque possibile votare per un candidato alla presidenza e per una lista provinciale a lui non collegata. Nel caso in cui l'elettore dovesse indicare solo la preferenza per lista provinciale, invece, il voto andrà automaticamente al candidato della lista regionale (effetto trascinamento).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali Sicilia 2017, guida al voto

PalermoToday è in caricamento