Venerdì, 25 Giugno 2021
Regionali Sicilia 2012

Musumeci apre la campagna elettorale “I catanesi non sono tutti uguali”

Il candidato di Pdl, Pid e La Destra punzecchia Lombardo: "Io vorrei distinguermi e non intendo essere accostato ad altri presidenti. In testa nei sondaggi? Non mi lascio incantare". Palermo? "E' la capitale della Sicilia"

Nello Musumeci in conferenza stampa questa mattina

La campagna elettorale di Nello Musumeci entra ufficialmente nel vivo. Questa mattina il candidato alla Presidenza della Regione appoggiato da Pdl, Pid e La Destra, ha presentato in conferenza stampa presso l’Hotel delle Palme, a Palermo, i simboli delle liste che sostengono la sua candidatura (Popolo delle Libertà, Cantiere popolare - Musumeci Presidente e lista “Nello Musumeci Presidente, “ma è possibile che qualche altro simbolo si aggiunga nei prossimi giorni”, ha sottolineato) . Ad accoglierlo tra gli applausi quasi tutto lo stato maggiore siciliano del Pdl, tra cui il coordinatore Dore Misuraca, il presidente dell’Ars Francesco Cascio e il senatore Enrico La Loggia. Al gran completo anche il Pid, con il leader Saverio Romano, Toto Cordaro ed il presidente della provincia di Palermo Giovanni Avanti.

CONFRONTO COL PASSATO. "Il mio primo grande sforzo – ha detto Musumeci -sarà di dimostrare che i catanesi non sono tutti uguali. E' impresa difficile, senza alcuna allusione o riferimento”. Difficile non ricollegare le sue parole al governatore uscente, Raffaele Lombardo; anche se lo stesso Musumeci non lo nomina mai e assicura che ogni riferimento non è voluto. “La Sicilia – prosegue – ha avuto sei o sette presidenti di Regione catanesi. Io vorrei distinguermi e non intendo essere assimilato e accostato ad altri precedenti che affido al giudizio della storia o della cronaca".

SONDAGGI. “I miei avversari – ha detto il candidato di Pdl, Pid e La Destra - sono in campagna elettorale già da un mese. Alcuni sondaggi mi danno avanti, altri alla pari. Non posso che sentirmi lusingato ma non mi lascio incantare dalle sirene dei sondaggi: il vero sondaggio lo faccio giorno dopo giorno ascoltando la gente. E non solo quella di centrodestra”.

PROGRAMMA. La prossima settimana verrà presentato il programma elettorale, che sarà “agile e snello”, dice Musumeci: “La gente è stanca di leggere cose che sa non si concretizzeranno mai”.

AMMICCAMENTO ALLA SINISTRA?  L’ex presidente della provincia di Catania ha poi "scoperto" in anteprima il simbolo della lista "Nello Musumeci Presidente". Uno sfondo rosso con il nome del candidato sottolineato da un tratto giallo. Quando qualcuno chiede se il rosso sia un ammiccamento alla sinistra, Musumeci risponde: “Perché no, speriamo di coinvolgere anche una parte del loro elettorato”. Rosso e giallo  che caratterizzano anche il manifesto della campagna elettorale, il cui slogan è "Governare con onestà". Uno slogan “non ricercato – dice il candidato – perché governare significa non fare cose storte, garantendo concretezza in un contesto di assoluta legalità e trasparenza”.

PALERMO CAPITALE. Sorridendo, Musumeci si è detto "stanco" di fare la spola tra Catania e Palermo, e “se la candidatura avrà un esito positivo” prenderà casa a Palermo, che considera “non il capoluogo ma la capitale della Sicilia”. Saranno contenti a Catania, dice scherzando un giornalista. "A Catania - risponde Musumeci - sono già contenti di potermi votare". Una casa a Palermo dunque, ma non  a Palazzo d'Orleans: "In una regione dove quarantamila famiglia cercano casa, il presidente della Regione farebbe bene a non vivere in un palazzo ma in una casa normale".
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musumeci apre la campagna elettorale “I catanesi non sono tutti uguali”

PalermoToday è in caricamento