Regionali Sicilia 2012

Miccichè: "Mi fanno vomitare critiche sul caso del nome dell'aeroporto"

Tornando sulla polemica scaturita dalle sue parole, il leader di Grande Sud ha chiarito: "Nessuno metta in dubbio la mia attività antimafia e per la legalità". E su Cascio: "Dovrebbe deprimersi per la situazione del Pdl"

"A Falcone e Borsellino intitolerei tutto, ma sarebbe positivo non dare all'estero solo l'idea che la Sicilia è terra di mafia, quando invece il livello di infiltrazione non è superiore a quello in Veneto o in Lombardia. Le dichiarazioni che continuano a definire sconcertante e devastante il mio pensiero sull'argomento, mi fanno vomitare. Nessuno metta in dubbio la mia attività antimafia e per la legalità". E' quanto detto questa mattina da Gianfranco Miccichè su Radio Action. Parole che giungono in risposta alle polemiche dei giorni scorsi, dopo la frase del candidato governatore di Grande Sud, Partito dei siciliani e Fli riguardo l'inopportunità di avere dedicato l'aeroporto di Palermo a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Sempre del corso del suo intervento radiofonico, Miccichè ha risposto al presidente dell'Ars, Francesco Cascio, che ieri ha raccontato di essersi opposto alla candidatura del leader di Grande Sud quando gli fu prospettata da Silvio Berlusconi e che poi entrò in depressione a fronte di questa prospettiva. "A Cascio - ha detto Miccichè - dovrebbe venire la depressione per la situazione in cui è il suo partito, il Pdl. Non capisco la sua posizione".

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miccichè: "Mi fanno vomitare critiche sul caso del nome dell'aeroporto"

PalermoToday è in caricamento