Domenica, 16 Maggio 2021
Regionali Sicilia 2012

Ora con chi governerà Crocetta? Tutte le strade portano a Lombardo

Il neo Governatore nella sua coalizione non ha i numeri per avere la maggioranza. I grillini, che hanno conquistato 15 seggi, hanno già detto che non alleeranno con nessuno. Le uniche opzioni: Grande Sud ed Mpa

Raffaele Lombardo

Elezioni in Sicilia il giorno dopo. Chi temeva l’incubo Croc-chè adesso è preoccupato per davvero. L’ironia, quella del Pdl che sul suo sito ha coniato l’acronimo, Crocetta + Miccichè come “burattini” di Lombardo, adesso si è trasformata in dura realtà. Già, perché va bene il cambiamento dato dall’aver eletto un Presidente gay e protagonista dell’antimafia, va bene che il Movimento 5 Stelle è stato il più votato in assoluto (saranno 15 i grillini seduti all’Ars), va bene che il centrodestra che negli ultimi anni aveva stradominato in Sicilia ha perso, ma adesso la domanda che tutti si fanno è: come riuscirà a governare Crocetta?

L’ex sindaco di Gela, eletto con il 30% delle preferenze, è chiaro che non avrà la maggioranza all’Ars. La sua coalizione infatti ha ottenuto 39 deputati su 90: 14 del Pd, 11 dell'Udc e 5 della lista Crocetta presidente, oltre a sè stesso e agli 8 che pescherà dal listino regionale. Ma per avere la maggioranza, seppur risicata, bisognerà arrivare a 46. Crocetta adesso dove troverà gli altri 7 deputati?

Dato per scontato che i 15 grillini non sono disposti al dialogo (“non faremo inciuci ma ascolteremo le proposte, se sono buone non avremo problemi a votarle”, ha dichiarato stamattina Cancellieri) ed escludendo per ovvi motivi il centrodestra, i deputati disposti a cambiare casacca dovrebbero trovarsi nelle liste autonomiste: dal Movimento per l’Autonomia di Raffaele Lombardo (che ha lasciato in dote un posto da onorevole al figlio Toti) a Grande Sud del grande sconfitto Gianfranco Miccichè. Che appaiono pronte a qualsiasi tentativo di dialogo, come hanno ampiamente dimostrato nell’ultima legislatura.

Il neo governatore ha rifiutato a più riprese qualsiasi segno di continuità con Raffaele Lombardo. I criteri per la formazione della nuova squadra di governo? "Competenza, onestà e rigore, non ci saranno altri parametri", ha detto alla prima conferenza stampa da Governatore. Poi ha aggiunto: "Non sarò ostaggio dei partiti. Eserciterò i miei poteri e la mia libertà".

Crocetta ha anche annunciato di voler azzerare i vertici amministrativi della Regione, vere poltrone di amministrazione del potere. Solo che molti di quei vertici sono stati nominati grazie all’apporto decisivo di alcuni degli uomini lo hanno appoggiato: da Beppe Lumia (da 3 anni sponsor dell’alleanza con Lombardo) ad Antonello Cracolici (che il governo Lombardo l’ha sostenuto). Poi dovrà vedersela coi Cuffariani Nino Dina e Lino Lenza (ex capogruppo dell’Mpa di Lombardo), ma anche con Beppe Spampanato (assessore al Lavoro di Lombardo fino a settembre). Insomma, pare proprio che tutte le strade (ri)portino a Lombardo.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ora con chi governerà Crocetta? Tutte le strade portano a Lombardo

PalermoToday è in caricamento