Regionali Sicilia 2012 Tribunali-Castellammare / Via Roma

Regionali, Idv sosterrà Claudio Fava, Di Pietro: "Scelta di discontinuità"

L'annuncio è stato dato questo pomeriggio a Palermo dal leader di Italia dei valori e dal portavoce nazionale, Leoluca Orlando. Ingroia? "Mai contattato, c'è una ragione istituzionale"

Claudio Fava, candidato alle prossime regionali e appoggiato da Idv

Italia dei Valori sosterrà la candidatura di  Claudio Fava alle prossime elezioni regionali. Lo ha detto il portavoce del partito e sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in una conferenza stampa che si è svolta questo pomeriggio all’Hotel delle Palme, assieme al leader del partito, Antonio Di Pietro. "E' un grande segnale di discontinuità dopo undici anni di malgoverno della Sicilia - ha detto Leoluca Orlando - e rappresenta la continuazione della straordinaria esperienza delle amministrative a Palermo". Dunque Italia dei valori conferma di voler "avviare un discorso programmatico con Fava". E Orlando ricorda: "Non bisogna dimenticare che Claudio ed io abbiamo condiviso parte del percorso della Rete. Nella scelta del candidato non c'è stato nessun personalismo, a cominciare da me - scherza  - che non mi dimetto da sindaco di Palermo". Poi legge un sms inviatogli pochi minuti prima dallo stesso Fava: "Sarà un piacere incontrarci. Faremo buone cose, a presto".

SCELTA DI CHIAREZZA. Il leader Antonio Di Pietro la pensa allo stesso modo di Orlando, e sottolinea che il coordinamento Idv di quest'oggi "si è espresso all'unanimità nel sostenere la candidatura di Claudio Fava". Già lunedì prossimo il segretario regionale Fabio Giambrone incontrerà il candidato alla Presidenza della Regione per discutere degli aspetti programmatici. "In Sicilia abbiamo fatto una scelta di chiarezza - ha aggiunto Di Pietro - dopo i governi Cuffaro e Lombardo che sono stati deleteri per i siciliani. Per questo era necessaria una rottura netta anche coi partiti che li hanno sostenuti".

PD E CENTROSINISTRA.  Inevitabile un riferimento alla decisione del Partito democratico di sostenere Rosario Crocetta, insieme all'Udc: "Ci spiace - ha detto Di Pietro - che il Pd sia uscito dal centrosinistra per andare a costruire una ex democrazia cristiana siciliana". E Orlando ha aggiunto: "Abbiamo fatto ogni tentativo per convincere il Pd che una coalizione con l'Udc fosse una scelta innaturale. Per noi era necessario che non ci fossero ambiguità: saranno gli elettori a giudicare la scelleratezza della loro scelta".

RISVOLTI NAZIONALI. La decisione di correre separatamente dal Pd in Sicilia avrà ripercussioni nel centrosinistra in vista delle prossime elezioni politiche nazionali? "Non abbiamo riserve mentali o ideologiche rispetto a quello che dice il Pd - ha risposto il leader Idv ai giornalisti - ma rispetto a quello che fa. E' il Pd che deve risolvere le proprie incongruenze, non noi".

INGROIA? MAI CERCATO. Infine, Di Pietro ha chiarito le voci su una presunto pressing Idv per convincere il  procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia ad accettare la candidatura alla Presidenza della Regione: "Non ho mai pensato o cercato Ingroia per un motivo molto semplice: in questo momento c'è una ragione istituzionale. Si sta decidendo sul rinvio a giudizio di persone all'interno della trattativa Stato-mafia. Bisogna mantenere ben distinte le due funzioni".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Idv sosterrà Claudio Fava, Di Pietro: "Scelta di discontinuità"

PalermoToday è in caricamento