Regionali Sicilia 2012

Miccichè: "Musumeci vuole uccidere piccole imprese agricole"

Il candidato di Grande Sud: "Non è con la loro riduzione che si incrementa la domanda, si riducono i prezzi e si aumentano le esportazioni. E' vero il contrario"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

 "Non è con la riduzione delle imprese agricole che si incrementa la domanda, si riducono i prezzi e si aumentano le esportazioni. E' vero il contrario, solo una sana concorrenza fra le aziende è in grado di produrre benefici per tutti". Lo afferma, in una nota, il candidato alla Presidenza della Regione siciliana, Gianfranco Miccichè.

"Qualcuno informi Musumeci - aggiunge Miccichè - che non è compito della Regione quello di ridurre le imprese. Ogni azienda che chiude sono posti di lavoro in meno, costi supplementari per le casse pubbliche e ricchezza che si riduce. La Regione, semmai, deve essere in grado di dettare delle regole volte alla salvaguardia dell'originalità delle nostre colture e fare in modo che queste vengano rispettate. Noi - prosegue - abbiamo le idee chiare: tutela dei prodotti nati in Sicilia, diminuzione del costo del carburante, prodotti a chilometro zero, filiera corta. Le piccole e medie imprese agricole siciliane sono un risorsa inestimabile per la nostra economia, non una palla al piede da eliminare. Musumeci - conclude Miccichè - se ne faccia una ragione".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miccichè: "Musumeci vuole uccidere piccole imprese agricole"

PalermoToday è in caricamento