Fava rinuncia alla candidatura: sarà ticket con Giovanna Marano

Sindacalista della segreteria nazionale Fiom-Cgil, è la nuova candidata alla Presidenza di Idv, Sel, Verdi e Federazione della sinistra. "Ha qualità morali per vincere questa sfida"

Giovanna Marano

Sarà Giovanna Marano, 53 anni, sindacalista della segreteria nazionale Fiom-Cgil, il candidato alla presidenza della Regione Siciliana dopo il ritiro di Claudio Fava, incandidabile per un ritardo nel trasferire la residenza in Sicilia. Dopo che anche Rita Borsellino ha negato la propria disponibilità, Idv, Sel, Verdi e Federazione della sinistra hanno puntato su Giovanna Marano che ha detto "si" ad un ticket con Claudio Fava.

La decisione del giornalista e coordinatore nazionale di Sel  di ritirare la candidatura è maturata stamattina durante un vertice con i partiti della coalizione che lo sostengono. In un primo momento si era parlato di un ticket tra lo stesso Claudio Fava e Fabio Giambrone prima e Rita Borsellino poi. Ipotesi sfumate dopo alcune perplessità mostrate sia dal segretario regionale  Idv. che dall'eurodeputata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PRIMI COMMENTI.  La candidatura della sindacalista raccoglie, secondo Fava, "la sfida sul lavoro e sui diritti sociali che sono al centro del nostro programma di governo". Fava ha poi aggiunto: "Ho deciso di accompagnare Giovanna Marano da candidato vicepresidente sottraendo la mia candidatura alla Presidenza al rischio di un già preannunciato rigetto e sulla base di una considerazione politica ispirata al massimo senso di responsabilità verso la coalizione e gli elettori siciliani". Parlando del "cavillo burocratico" che lo ha estromesso dalla corsa per Palazzo d'Orleans, il coordinatore nazionale di Sel ha detto: "Il tentativo di estrometterci da questa sfida - ha sottolineato Fava - appellandosi a norme palesemente anticostituzionali e a presunti vizi di forma, non può ostacolare il progetto di "Libera Sicilia". "Resto in campo - ha concluso Fava - accanto a Giovanna Marano, una donna che possiede qualità morali e una storia personale che garantiscono sul modo in cui saprà battersi in questa importante sfida".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento