Mercoledì, 22 Settembre 2021
Elezioni

La Lega punta in alto, Salvini: "Nostra ambizione è indicare il prossimo presidente della Regione"

Il leader del Carroccio, Matteo Salvini, non nasconde i suoi progetti nell'Isola: "Sarà forza trainante, non solo perché abbiamo acquisito quattro deputati nell'Assemblea, ma perché saremo determinanti. L'unità del centrodestra resta fondamentale". E Musumeci replica: "Spero non si vorrà lavorare per dividere la coalizione"

Matteo Salvini - foto MessinaToday

La poltrona più importante di Palazzo d'Orleans nel mirino della Lega. Il leader del Carroccio, Matteo Salvini, oggi era a Messina e parlando con i cronisti non ha fatto mistero dei suoi progetti nell'Isola. "Lavoriamo con gioia e impegno ancora per un anno, poi vedremo nel 2022", ha detto a margine della visita al comando provinciale dei vigili del fuoco. 

"La Lega - ha aggiunto Salvini - sarà forza trainante, non solo perché abbiamo acquisito quattro deputati nell'Assemblea, ma perché saremo determinanti. Abbiamo l'ambizione che sia la Lega, insieme agli alleati perché l'unità del centrodestra resta fondamentale, a indicare il prossimo presidente di Regione. E' un obiettivo a portata di mano".

Sono le stesse parole di Salvini però a incrinare l'unità del centrodestra. "Ogni partito ha le sue ambizioni, ma spero non si vorrà lavorare per dividere la coalizione", replica al leader del Carroccio il presidente della Regione Nello Musumeci contattato dall'Ansa."Oggi si discute praticamente solo nel nostro campo, ed è già un successo, perché vuol dire che il centrodestra, durante il mio governo, ha riconquistato la centralità politica che aveva perso nel decennio precedente. La mia ambizione, in questo momento - aggiunge il governatore - è provare a raddoppiare la spesa comunitaria prevista dalla rendicontazione annuale, per dare ossigeno al nostro sistema produttivo, in un momento di difficile crisi. È un obiettivo a portata di mano perché al 31 agosto avremo quasi già raggiunto il target fissato per dicembre. Sono una persona dialogante, paziente e lavoro senza sosta 18 ore al giorno. Ma - ribadisce il presidente Musumeci - non c'è da attendere un anno per sapere quello che ho già dichiarato da mesi: per dividere il tempo della semina da quello del raccolto servono motivazioni ben più forti delle legittime ambizioni di una forza politica. Di certo, nessuno si affezioni all'idea di poter proseguire questo stucchevole dibattito, mentre a Palermo c'è un governo impegnato a superare uno dei momenti più difficili della nostra storia recente".

Incendi, Salvini a Messina: "Servono altri uomini e mezzi"

Le ambizioni del Carroccio sono grandi anche a livello cittadino e non lo nasconde Alessandro Anello, segretario provinciale e responsabile dell'area metropolitana: "A Palermo il centrodestra trainato dalla Lega si presenterà unito alle elezioni comunali per vincere e governare bene per molti anni". "La presenza costante di Matteo Salvini in Sicilia - continua Anello - dà forza al percorso di crescita e consolidamento di un partito che con la guida del segretario regionale Nino Minardo si candida a recitare il ruolo di locomotiva del centrodestra in vista delle varie competizioni elettorali nell'Isola. Il primo appuntamento importante sono le amministrative a Palermo nel 2022 ed in questa direzione stiamo lavorando ad un programma ambizioso. Una delle prime cose da fare sarà quella di rimuovere dagli ingranaggi della macchina comunale, dalle società partecipate, tutte le incrostazioni generate dalla gestione Orlando premiando i lavoratori che vorranno sposare il progetto Palermo e neutralizzando chi rema contro. Dalla Rap all'Amat, passando per la Sispi. Meno burocrazia, più economia. La città dovrà diventare una capitale europea del turismo mediterraneo dove gli stranieri dovranno arrivare a migliaia con le navi, con gli aerei, con le auto ma non con i barconi. Accoglienza sì, ma senza bandiere ideologiche. Passando alla viabilità, la gestione del traffico dovrà essere improntata all'insegna del buon senso: una zona pedonale, una Ztl o una pista ciclabile andranno istituite solo e soltanto dopo un confronto serio fra residenti e rappresentanti delle attività produttive. Si mettono sul tavolo costi e benefici di un provvedimento, si tirano le somme e si decide. Senza paraocchi. Sono ottimista, forte di un partito forte e con il coraggio delle proprie idee. Un partito che si batte contro l'oppressione fiscale, l'oppressione burocratica, l'oppressione giudiziaria. Abbiamo le idee chiare - conclude Anello - e con un Centrodestra ampio e unito alle prossime elezioni potremo metterle in pratica per voltare pagina rispetto a Orlando e alla sinistra".

Articolo aggiornato il 17 agosto 2021 alle ore 16.56 // Inserita dichiarazione di Musumeci all'Ansa, fonte Ansa.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega punta in alto, Salvini: "Nostra ambizione è indicare il prossimo presidente della Regione"

PalermoToday è in caricamento