Sabato, 12 Giugno 2021
Elezioni Politiche 2013 Politeama / Piazza Re Ruggero Settimo

Elezioni Politiche 2013, Berlusconi a Palermo: "Via l'Imu e sì al Ponte"

Il leader del Pdl al Politeama: "Grillo una iattura, Giannino un clown. Monti? Un professorino che non capisce niente di economia. Fini e Casini non entreranno in Parlamento"

Silivio Berlusconi @Tm news infophoto

Teatro Politeama gremito a Palermo per accogliere Silvio Berlusconi (GUARDA IL VIDEO). Molte persone non hanno trovato posto all'interno e seguiranno l'intervento del candidato premier del centrodestra dall'esterno grazie a due maxischermi in piazza Politeama. Altri due schermi all'interno del teatro intrattengono il pubblico con filmati che ripercorrono la ''storia'' di Berlusconi: da immagini d'archivio di Canale 5, Italia 1 e Rete 4 a spezzoni di partite del Milan di Gullit e Van Basten, da immagini della Standa ai primi interventi televisivi di Berlusconi ''politico'', ad una intervista d'archivio alla mamma di Berlusconi. In sala, insieme con candidati ed esponenti del centrodestra, molta gente con bandiere e cartelli con scritto ''io sto con Silvio''. Qualche momento di tensione all'ingresso, con gli addetti alla sicurezza che ad un certo punto hanno chiuso i cancelli, lasciando fuori pubblico e giornalisti, che alla fine sono comunque riusciti a raggiungere i posti riservati alla stampa.

"QUEL 'DISGRAZIATO' DI ALFANO...". Berlusconi, arrivato al Politeama qualche minuto prima di mezzogiorno con oltre un'ora di ritardo rispetto al programma, è accompagnato dal segretario del partito Angelino Alfano, dal Presidente del Senato Renato Schifani e dal coordinatore regionale del Pdl Dore Misuraca. Il leader del Pdl è stato accolto con un lungo applauso e una standing ovation. In prima fila molti deputati uscenti, tra cui Stefania Prestigiacomo, Enrico La Loggia, Simona Vicari, Giuseppe Firrarello, Gabriella Giammanco, Antonio Battaglia, Antonino D'Ali' e Saverio Romano. "Siete uno spettacolo impressionante - ha detto Berlusconi rivolto alla platea, salendo sul palco - ma non esagerate perchè data l'età mi impressiono e mi potrebbe venire un attacco di cuore". Riferendosi ad Alfano, poi Berlusconi scherza: "Pensavo che mi lasciasse andare a fare un po' di vacanza, facendo ospedali in giro per il mondo, sono partito e questo 'disgraziato' è venuto e mi ha detto: 'Presidente, non c'è niente da fare: lei deve tornare'".

SI' AL PONTE SULLO STRETTO. Poi Berlusconi ribadisce uno dei suoi cavalli di battaglia: "Ho un sogno, prima di morire: passare sul Ponte sullo Stretto. Con la nostra vittoria aprirà subito il cantiere. Certe volte - ha detto - mi sevglio con un incubo: mi sembra di assistere a un consiglio dei ministri della sinistra, quando nel 2006 andarono al Governo e alle Opere pubbliche c'era un uomo di cultura. Mi sembra si chiamasse Di Pietro. Si alzò e disse che con il Ponte i gabbiani avrebbero dovuto cambiare rotta".

FALSO IN BILANCIO.  Sul palco Berlusconi affronta i temi caldi di questa campagna elettorale, senza risparmiare bordate ai suoi competitors: "Caro Bersani, le do una comunicazione ufficiale: il reato di falso in bilancio esiste e lo può trovare all'articol 2621 e 2622 del Codice. Hanno detto che io ho cassato il falso in bilancio - dice ancora - invece chiederei a Bersani di andarsi a leggere il Codice dove c'è il falso in bilancio, che noi abbiamo rimodulato. Abbiamo aumentato la pena da uno a sei anni, quando il falso determina un danno per gli azionisti". E a proposito del Pd dice: ''Avevamo avuto qualche speranza quando in televisione abbiamo sentito Matteo Renzi, ci sembrava davvero che potesse portare avanti novità e che anche a sinistra potesse nascere un partito veramente democratico''.

IMU E MONTI. "Nel primo Consiglio dei ministri, abrogheremo l'Imu. Per noi la casa è sacra. È il pilastro su cui fondare il futuro delle famiglie". E riferendosi alle parole pronunciate contro di lui da Monti, afferma: ''Contro di me dicono di tutto, prima fanfarone e ieri anche cialtrone". Poi attacca il premier: "Il professorino Monti non capisce niente di economia''. Successivamente aggiunge: "Con il governo Monti mille imprese al giorno hanno chiuso i battenti. Sono oltre 360.000 in un anno. Tutto questo spesso per crediti che non gli venivano pagati dalla pubblica amministrazione. Con noi, invece, le imprese saranno pagate in un massimo di sessanta giorni".

TAGLIO DELLE TASSE. "Con una riduzione della spesa del 2% all'anno, sino al 10% in cinque anni risparmieremo 80 miliardi su 800 miliardi. Abbiamo dunque la possibilità di ridurre le tasse". Ha detto il leader Pdl, ribadendo uno dei progetti lanciati in campagna elettorale, che contempla anche l'abolizione dell'Irap: "Nel primo anno risparmieremo 16 miliardi: otto miliardi andranno alle famiglie, altrettanti alle imprese. Potremo fare subito il quoziente familiare che in due anni e mezzo arrivera' nella giusta misura. Potrà anche partire la riduzione delle imposte per le persone fisiche; saranno due le aliquote: 23 e 33% a partire dal secondo anno di governo".

FINI E CASINI. "Questo centro - ha detto Berlusconi - con Monti, Fini e Casini, oggi è molto vicino al 10% necessario da raggiungere da una coalizione. Ma la mia considerazione personale è che non raggiungeranno il 10%". Poi su Fini aggiunge: ''E' ridotto ad un prefisso telefonico: è sotto lo 0,4''

GRILLO "CATTIVO". "Considero Grillo una iattura, fa il gioco della sinistra perchè toglie ai moderati dei voti che vanno via dalla coalizione. Nelle liste dei grillini al nord, oltre l'80% dei candidati vengono dall'estrema sinistra. Vengono da centri sociali e no Tav. Votando Grillo si porta una banda di estrema sinistra in Parlamento, con chissà  quale difficoltà  di lavorare per tutto il Parlamento". E aggiunge: ''Boldi che lo conosce mi ha detto che Grillo è l'uomo più cattivo che abbia mai conosciuto in vita sua''.

CLOWN. Riferendosi a Oscar Giannino, candidato premier di Fare per Fermare il declino, Berlusconi dice: "Per come si veste se si presenta in un circo lo scambierebbero per un clown".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Politiche 2013, Berlusconi a Palermo: "Via l'Imu e sì al Ponte"

PalermoToday è in caricamento