Venerdì, 14 Maggio 2021
Elezioni comunali 2012

Elezioni, corsa a Sindaco: nel Pdl rispunta l’ipotesi Lagalla

Il Rettore potrebbe essere la chiave per un'alleanza elettorale con l'Udc che però spaccherebbe il Terzo Polo. Aricò (Fli): "I tentativi di rompere la nostra unità andranno a vuoto"

Roberto Lagalla

Rispunta l’ipotesi Roberto Lagalla. Quello del rettore dell’ateneo palermitano torna ad essere uno dei nomi più ricorrenti per rappresentare il Pdl nella corsa per Palazzo delle Aquile. Soprattutto dopo che lo stesso Lagalla avrebbe fatto marcia indietro (ri)dando la propria disponibilità a candidarsi. Lagalla potrebbe rappresentare la carta vincente del Pdl per ricucire l’alleanza con l’Udc, obiettivo sul quale già da qualche tempo starebbe lavorando Angelino Alfano.

Alleanza che però provocherebbe una profonda spaccatura all’interno del Terzo Polo, argomento su cui è intervenuto Alessandro Aricò, coordinatore provinciale di Futuro e Libertà: “L'unità del Terzo Polo a Palermo é un valore fondamentale per dare alla città un governo in grado di affrontare e risolvere le tante emergenze che verranno ereditate dall'attuale amministrazione comunale. I tentativi di altre forze politiche di rompere questa unità andranno a vuoto, in quanto saldi sono i rapporti per costruire una vera alternativa. Insieme agli amici di Udc, Api, Aps ed Mpa – conclude Aricò - abbiamo avviato una riflessione profonda che possa portare in tempi brevissimi alla scelta di un candidato forte che possa rappresentare il Terzo Polo alla guida della città di Palermo in modo autorevole ed unitario”.

Quel che è certo è che sul fronte Pdl di ufficiale non ci sia ancora nulla, e che le ipotesi circolate nei mesi scorsi, come le candidature di Simona Vicari o di Francesco Scoma, non siano ancora tramontate del tutto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, corsa a Sindaco: nel Pdl rispunta l’ipotesi Lagalla

PalermoToday è in caricamento