rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Elezioni comunali 2012

"Via tendine da cabine elettorali", Nuti: "Favoriscono compravendita voto"

Il Movimento Cinque Stelle ha chiesto un provvedimento urgente a Comune, Prefettura e Questura per impedire di fotografare la scheda. "Le tendine celano ogni attività illegale"

“Via le tendine dalle cabine elettorali”. L’ultima crociata del Movimento Cinque Stelle sbarca in Prefettura, Questura e Comune sotto forma di richiesta urgentissima “in nome della legalità”. Con una lettera  mail certificata, indirizzata ai rappresentanti delle tre istituzioni, Riccardo Nuti, il candidato sindaco dei grillini, ha chiesto l’immediata rimozione dei tendaggi “che favoriscono la compravendita dei voti” .“Il fenomeno della compravendita - ha scritto Nuti  nella missiva - è purtroppo una pratica molto diffusa, specialmente nelle zone economicamente svantaggiate della città e si può concretizzare, per esempio, fotografando la scheda elettorale col cellulare”.

“L'arresto di chi viene colto mentre usa cellulari o macchine fotografiche - dice Nuti - è previsto, ma è praticamente inapplicabile, visto che le tendine celano ogni attività dentro la cabina. Se, invece,  lasciassimo le cabine elettorali senza la tendina di chiusura renderemmo molto più difficile fotografare la scheda, non compromettendo minimamente la privacy dell'elettore e la segretezza del voto”. Anche se stretti, i tempi per l’adozione del provvedimento ci sarebbero. “Può essere emanato  - sostiene Nuti – anche lo stesso giorno delle elezioni. Cosa che va assolutamente fatta. Il destino di Palermo non può essere barattato con pochi euro o con buoni benzina”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Via tendine da cabine elettorali", Nuti: "Favoriscono compravendita voto"

PalermoToday è in caricamento