menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primarie nel centrodestra, Miccichè: “Sono un’idiozia, piuttosto andremo soli”

Il leader di Grande Sud lancia un ultimo appello alla "coalizione" per un tavolo di confronto. "In 20 anni abbiamo sempre stravinto senza primarie, perché abbiamo messo le persone giuste al posto giusto"

Ultimo appello di Gianfranco Miccichè al centrodestra e al Pdl in particolare, per un tavolo di confronto per le prossime amministrative. “Se ci proporranno ancora questa idiozia delle primarie, noi andremo da soli” ha detto questa mattina il leader di Grande Sud, intervenendo alla convention del movimento arancione. Primarie dunque nell’occhio del ciclone, che “il centrodestra – ha detto l’ex ministro  – non ha mai fatto e in 20 anni abbiamo sempre stravinto, perché abbiamo sempre messo le persone giuste al posto giusto. Quindi, niente primarie, ma un tavolo unico e un accordo complessivo che parta dalle prossime amministrative e arrivi alle regionali. In ogni caso – afferma il leader del movimento arancione – deve essere chiaro che Grande Sud è candidata al governo della Regione, comunque”. Le intenzioni di Miccichè sono quelle di “restare nel centrodestra, alleati del Popolo della libertà, ma il movimento di via dell’Umiltà abbandoni la vecchia logica del correntismo – dice l’ex ministro -, diventi un partito vero e ci dica cosa vuole fare”.

Poi Miccichè ha lanciato una stoccata all’ex governo nazionale: “Avevamo ragione quando dicevamo che c’era qualcuno che faceva ostruzionismo: da quando c’è il nuovo governo sono stati subito stanziati i soldi per i territori del messinese colpiti dalle alluvioni e i problemi che aveva il precedente ministro dell’Economia sono scomparsi”. “Quello che è accaduto – ha proseguito Miccichè – mi fa ancora più credere in quello che stiamo facendo noi per il Sud, perché in questa Italia uno deve difendere i propri diritti con le unghie e i denti. Mi auguro – ha aggiunto – che il governo metta in seguito a disposizione tutte le altre somme che servono e che si individuino le soluzioni più appropriate per mettere in sicurezza i territori colpiti”. Micciché ha usato toni polemici nei confronti degli esperti nominati dalla Regione, tra i quali un musicista: “Non sono un tecnico e so che ci sono persone competenti che si occupano dei problemi del territorio però spero che ci siano più geologi e meno pianisti”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento