Giovedì, 13 Maggio 2021
Elezioni comunali 2012

Bocchino apre la strada ad Aricò: “I palermitani puniranno Pd e Pdl”

Il vice presidente di Fli: "Noi la terza opzione valida e Palermo è il test principale di questa tornata elettorale. Capiremo quali saranno gli spostamenti. Costa come Monti? Casini scherzava"

Italo Bocchino con Alessandrò Aricò (foto Sicilia)

Palermo come cartina tornasole della situazione politica nazionale. Questo il Bocchino pensiero. Il vicepresidente di Fli è sbarcato in città per sostenere il candidato a sindaco Alessandro Aricò (Fli-Mpa). ”Palermo – ha detto Bocchino - è il test principale di questa tornata elettorale amministrativa. Capiremo quali saranno gli spostamenti da parte della pubblica opinione. Noi confidiamo molto in un cambiamento profondo e siamo convinti che gli elettori palermitani puniranno i grandi partiti come Pd e Pdl, ma soprattutto il Pdl per la gestione Cammarata”.

Con Pd e Pdl messi da parte secondo Bocchino è Fli la (terza) opzione vincente. “Dovremo anche valutare quali saranno le scelte degli elettori rispetto agli schieramenti in campo -ha proseguito Bocchino - noi siamo convinti che con Aricò rappresenteremo la terza opzione, nuova, perchè ci sono anche terze opzioni vecchie (Orlando, ndr), rispetto a modelli di governo che in passato hanno fallito”.


La chiusura è sul paragone fatto da Casini “Costa come Monti". “Le parole di Casini – conclude Bocchino - mi fanno capire che lo stesso Casini non è molto contento della scelta che hanno fatto, dal momento in cui dice che il modello dell'alleanza non è esportabile. E poi quando paragona il suo candidato sindaco Costa a Monti capisco che sta scherzando”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocchino apre la strada ad Aricò: “I palermitani puniranno Pd e Pdl”

PalermoToday è in caricamento