rotate-mobile
Elezioni comunali 2012

Ferrandelli: "Appello degli intellettuali? Uno stimolo per lavorare di più"

Il candidato sindaco del Pd: "Dobbiamo mettere da parte tensioni e veleni e parlare alla Palermo più vera. Quello che serve è l'impegno dei tanti che hanno un unico interesse: costruire un futuro che sia all'altezza"

“L’appello al 'patto di lealtà e legalità' che professionisti ed intellettuali hanno rivolto ai candidati è uno stimolo a lavorare di più e con ancora più amore per Palermo per risolvere i problemi strutturali della città”. Lo dice Fabrizio Ferrandelli, vincitore delle primarie e candidato sindaco del centrosinistra, a proposito dell’appello rivolto ai candidati a sindaco da docenti, giornalisti, economisti, professionisti e intellettuali.

“E’ vero – aggiunge Ferrandelli – dobbiamo mettere da parte tensioni e veleni e parlare alla Palermo più vera, quella che ogni giorno si impegna per ricostruire la città nonostante la pesante eredità dell’amministrazione che ci stiamo lasciando alle spalle. Accolgo in pieno l’appello che mi viene rivolto – prosegue il candidato sindaco del centrosinistra – non servono né illusioni né tantomeno le delegittimazioni che, purtroppo, stanno caratterizzando questa campagna elettorale. Quello che serve è l’impegno dei tanti che, come i sottoscrittori di questo appello, hanno un unico interesse: costruire un futuro che sia all’altezza dei palermitani”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrandelli: "Appello degli intellettuali? Uno stimolo per lavorare di più"

PalermoToday è in caricamento