Sabato, 12 Giugno 2021
Elezioni comunali 2012

Ferrandelli apre la sua campagna "Vogliamo cambiare Palermo"

Cinema Imperia stacolmo per la convention che ha ufficialmente aperto la corsa del capogruppo Idv alla poltrona di sindaco. Anche l'eurodeputata Sonia Alfano tra i partecipanti

Fabrizio Ferrandelli, candidato Sindaco

“Cammarata non ha nessuna responsabilità dell’attuale disastro in cui si trova la città: negli ultimi tre anni infatti, non l’ha mai visto nessuno”. Comincia con una battuta di Gianni Nanfa la convention che ha aperto ufficialmente la campagna elettorale di Fabrizio Ferrandelli come candidato  sindaco. Un cinema Imperia gremito, con numerose persone rimaste fuori, costrette ad ascoltare attraverso un altoparlante collocato sul marciapiede.

L’eurodeputata Sonia Alfano è stata la prima ad intervenire, ed ha parlato di “un decennio di lutto a Palermo” a causa della pessima amministrazione. “E’ difficile spiegare come la città sia arrivata ad un livello di degrado simile” ha detto. Poi è stata la volta di Giuseppe Valenti, portavoce di PalermoPiù, uno dei movimenti che appoggiano la candidatura di Ferranelli e di Patrizia Di Dio, presidente nazionale del Terziario Donna di Confcommercio.

Particolare attenzione ha suscitato l’intervento del giornalista e scrittore Augusto Cavadi, che non ha lesinato critiche al leader di Idv, Leoluca Orlando, cui ha rivolto un appello: “Si confronti alle primarie. Non intendo nascondere alcuni suoi meriti – ha detto – ma i greci ci insegnano il senso del limite. Il resto è hybris, tracotanza. E lui ha già sbagliato due volte: quando si dimise da sindaco e non appoggiò la candidatura dell’avvocato Crescimanno consegnando di fatto la città a Cammarata e quando, sconfitto alle regionali, preferì sparire piuttosto che guidare l’opposizione.”.

Ferrandelli ha parlato per ultimo, con un lungo applauso che ha accompagnato il suo arrivo sul palco. "Abbiamo il sogno di cambiare Palermo - ha detto - e insieme possiamo trasformare questo sogno in realtà. In un momento in cui le dirigenze dei partiti litigano, invece di portare proposte portano in città le proprie divisioni. In questo momento non c’è forza politica che abbia il coraggio di confrontarsi con i propri cittadini, di organizzare momenti di incontro come questo. Noi abbiamo non solo il coraggio, ma anche la forza di intestarci questo cambiamento. Noi crediamo che ci sia futuro per questa città e che ognuno di noi possa diventare protagonista di questo cambiamento e sindaco di questa città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrandelli apre la sua campagna "Vogliamo cambiare Palermo"

PalermoToday è in caricamento