Elezioni comunali 2012

Ferrandelli presenta i suoi assessori: il vicesindaco sarà una donna

Si tratta di Antonella Monastra, Rita Barbera, Giuseppe Mattina e Giuseppe Valenti, che vanno ad aggiungersi al resto della squadra già annunciata. Sulla scelta del vice: "Serve attenzione per le politiche di genere"

Antonella Monastra, Rita Barbera, Giuseppe Mattina e Giuseppe Valenti. Sono gli ultimi quattro assessori designati da Fabrizio Ferrandelli, candidato a sindaco a Palermo di Pd e Sel, che completeranno la sua squadra di governo in caso di vittoria al ballottaggio di domenica e lunedì prossimi. A presentarli questa mattina è stato lo stesso Ferrandelli nel corso di una conferenza stampa, convocata nel suo comitato elettorale. Gli ultimi nomi indicati vanno ad aggiungersi a quelli di Sergio Amenta, Ignazio Buttitta, Toni Customati, Titti De Simone, Nicola Giuliano Leone e Mila Spicola, già indicati in prcedenza. In merito alle deleghe, "saranno assegnate nelle prossime settimane", ha detto Ferrandelli, perchè "stiamo rivedendo la macchina amministrativa per possibili accorpamenti di funzioni".

CHI SONO. Giuseppe Valenti, medico, da anni impegnato nel sociale, è il portavoce del movimento Palermo Più. Giuseppe Mattina, esperto in azioni e strategie di inclusione sociale e in economia civile, "rappresenta il dialogo con il mondo cattolico". Antonella Monastra, medico, esponente della sinistra palermitana e candidata alle primarie dello scorso 4 marzo, impegnata nei temi della Salute pubblica e alla sua terza consiliatura a Palazzo delle Aquile. Rita Barbera, infine, laureata in giurisprudenza e direttore del carcere dell'Ucciardone.

VICESINDACO DONNA. Presentando la seconda parte della sua squadra di governo, Ferrandelli ha confermato che, in caso di vittoria al ballottaggio, il vicesindaco sarà "una donna - ha detto il candidato sindaco - perchè riteniamo che Palermo debba stare attenta alle politiche di genere e ha bisogno di uno sguardo femminile e materno ai problemi di questa città". E, parlando di alcuni aspetti programmatici, ha aggiunto: "Voglio ribadire inoltre che l' amministrazione prende un impegno nei confronti del mondo imprenditoriale palermitano. Vogliamo che sia il Comune a gestire i tributi, togliendo la gestione a Serit. Oltre 200 milioni di euro di tasse mancano alle casse del Comune e vogliamo vedere come risolvere nella maniera più indolore per i cittadini questi contenziosi. Inoltre, ridurremo al minimo l'Imu, stiamo lavorando a un nuovo coefficiente familiare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrandelli presenta i suoi assessori: il vicesindaco sarà una donna

PalermoToday è in caricamento