menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orlando raggiante: “La brutta politica è stata mandata a Bellolampo”

Prime dichiarazioni del candidato sindaco dell’Idv: “A Palermo c'è una grande voglia di liberarsi da lacci e lacciuoli”

“A Palermo c'è una grande voglia di liberarsi da lacci e lacciuoli”. Lo ha detto il candidato a sindaco Leoluca Orlando a Tgs. “Il compito dell'amministrazione comunale che si andrà a formare - ha detto ancora Orlando - lo ripeto adesso e, se sarà necessario, lo ripeterò anche nei prossimi 15 giorni di campagna elettorale è di mettere in sicurezza Palermo dalla mala politica, mettere in sicurezza Palermo rispetto al clientelismo e la mafia e alle devastanti politiche sociali del governo Monti, e mettere in sicurezza questa città rispetto a una devastante perversione etica del governo Lombardo”. E ha aggiunto: “Da questa affermazione appare chiaro che noi stiamo vivendo un'esperienza che è tutta palermitana. Se poi avrà effetti nel resto d'Italia è un problema che non riguarda noi”.

"Abbiamo dimostrato che è possibile rompere con la vecchia politica. Da oggi la politica, quella buona, può cominciare a rinascere e a rivivere. Scegliendo Orlando come sindaco di Palermo i palermitani hanno mandato a Bellolampo (la discarica di Palermo, ndr) la brutta politica, mettendo insieme un progetto di governo con l'emergenza che bisogna affrontare. Aveva ragione Pablo Picasso – conclude Orlando - che diceva che per divenire veramente giovani occorre tempo e io credo che il tempo l'ho passato e forse sono un giovane sindaco di questa città che può dare una risposta di futuro a Palermo e la può dare con un vantaggio enorme: non c'è nessun collare al mio collo. Giù le mani da Palermo. Questa è una battaglia di libertà”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento