Elezioni Comunali 2012: Provincia di Palermo

No alla candidatura di Sgarbi Il critico dichiara: "Farò ricorso"

Per il tribunale di Marsala l'ex sindaco di Salemi non potrà concorrere alla poltrona di sindaco di Cefalù. Ma per Sgarbi l'ultima parola spetta alla Corte d'Appello di Palermo

Vittorio Sgarbi - credit @TM News/Infophoto

Il tribunale di Marsala si è espresso: Vittorio Sgarbi non può candidarsi a sindaco di Cefalù. La decisione è arrivata sulla base di un ricorso del ministero degli Interni, in quanto l'ex primo cittadino di Salemi è stato amministratore di un comune il cui consiglio è stato sciolto per infiltrazioni mafiose. La replica di Sgarbi: "Farò ricorso".


L'ufficio stampa del critico d'arte ha diffuso una nota nella quale si leggeva: "Rispetto alla decisione della sezione civile del Tribunale di Marsala - si legge in una nota - Vittorio Sgarbi resta candidabile. Ogni valutazione di merito, e non meramente formale come quella del tribunale di Marsala, è rimandata alla Corte di Appello di Palermo presso la quale gli avvocati del critico d'arte proporranno reclamo". Secondo quanto riportato da un'agenzia dell'Agi, Sgarbi avrebbe scritto una missiva al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella quale avrebbe dichiarato: "Ti diranno che hanno fatto indagini scrupolose. E ti mentiranno - e continua -. Io ho fatto e ho innalzato il nome di Salemi rivelandone la tradizione e la storia, anche ai tuoi occhi. Questa è la sola antimafia che posso concepire. Ora vedo quell'esperienza umiliata, vilipesa, infangata". E sulla situazione del piccolo comune trapanese aggiunge, riferendosi in particolare agli investigatori che fino ad ora hanno lavorato al caso, ha spiegato: "Tutto vedevano e tutto sapevano da almeno 15 anni e non hanno mai prospettato alcun profilo di pericolosità nel politico locale che ha politicamente e legittimamente influenzato tutte le amministrazioni precedenti la mia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla candidatura di Sgarbi Il critico dichiara: "Farò ricorso"

PalermoToday è in caricamento