Elezioni

Elezioni, Orlando analizza la sconfitta: "Il M5S ha stravinto, il Pd deve cambiare"

Il primo cittadino sottolinea che "ogni elezione fa storia a sé" e auspica una svolta tra i dem: "I governi Gentiloni e Renzi hanno fatto grandi cose per il Sud, ma forse non si è compreso che poi bisognava dare risposte alle emergenze"

Leoluca Orlando

"Ogni elezione ha una storia a sé in Italia: otto mesi fa a Palermo ho stravinto le elezioni comunali, quattro mesi fa ha stravinto il centrodestra, oggi ha stravinto il Movimento 5 Stelle". Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

"Ogni elezione - ha aggiunto Orlando - trova le sue ragioni in un governo che si approva, come nel mio caso in cui sono stato riconfermato, o che si vuol cambiare, come nel caso dell'esperienza negativa del governo Crocetta, e adesso di un quadro politico nazionale che vede affermarsi due grandi forze politiche: M5S nel Sud e la Lega nel Nord. L'idea che una singola elezione possa valere a stravolgere ogni volta il risultato di quelle che l'hanno preceduta è un tentativo maldestro di annullare e di non rispettare la volontà dei cittadini e delle cittadine".

"Il mio invito al Pd, al quale ho recentemente aderito, è quello di cambiare per dare risposte alla gente. I governi Gentiloni e Renzi hanno fatto grandi cose per il Sud, forse nessun governo aveva fatto così tanto. Forse però - ha concluso il primo cittadino - non si è compreso che poi bisognava dare risposte alle emergenze del Sud contrastando la disoccupazione giovanile e la disoccupazione degli ultra 35enni. Il Pd deve fare un'attenta analisi e una valutazione critica dei motivi di questa sconfitta e dell'evidente disaffezione degli elettori. E' chiaramente necessario un significativo cambio di rotta politica e di ricostruzione del contatto con i cittadini. Un percorso al quale, da aderente al Pd intendo dare il mio contributo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Orlando analizza la sconfitta: "Il M5S ha stravinto, il Pd deve cambiare"

PalermoToday è in caricamento