Elezioni

Dal Nuovo centrodestra al Pd, consegnata la tessera del partito a Dore Misuraca

Il parlamentare nazionale è stato rieletto alla Camera dei Deputati nelle liste del Popolo delle Libertà nel 2013 per poi aderire al partito guidato da Angelino Alfano. L'appello di Faraone: "Pd grande casa pronta ad accogliere tutti quelli che vogliono fermare gli estremismi"

Misuraca insieme a Faraone e Orlando

Dopo ventitrè anni trascorsi nelle fila della centrodestra, Dore Misuraca aderisce al Pd. Stamattina Davide Faraone, insieme al segretario del Pd, Carmelo Miceli, e al sindaco Leoluca Orlando, hanno consegnato la tessera dei Democratici al parlamentare nazionale rieletto alla Camera dei Deputati nelle liste del Popolo delle Libertà nel 2013 e poi passato al Nuovo Centrodestra, guidato da Angelino Alfano, il 16 novembre dello stesso anno.

“La scelta di Dore, così come quella di tanti che in queste ore stanno aderendo ai Dem - afferma Faraone - conferma la vocazione del Pd all’apertura e al pluralismo, una grande casa pronta ad accogliere tutti quelli che vogliono fermare gli estremismi e governare con serietà e responsabilità il Paese”. 

“Chiamiamo a raccolta tutti quelli che vogliono essere argine ai populismi. Il Pd è l’unica proposta politica strutturalmente alternativa ai due populismi, quello disfattista che non sa governare del M5S e quello intollerante della Lega”, l'appello lanciato da Orlando in occasione della consegna della tessera del partito.

“Quelle che abbiamo di fronte il prossimo 4 marzo - dice Dore Misuraca - sono elezioni decisive per il futuro del Paese: c'è il serio rischio che forze populiste ed estremiste mettano a repentaglio la stabilità del sistema Paese, garantita in questa legislatura con grande fatica e sacrifici dalle forze di maggioranza. All'interno di questa compagine, con coerenza ho portato avanti il mio percorso politico e condotto importanti battaglie in Parlamento insieme al Pd. Impegno politico che mi ha visto tra i promotori lo scorso anno della lista unica alle amministrative a Palermo con il Pd, il cui risultato ha contribuito alla riconferma del sindaco Orlando, e supportare con convinzione l'alleanza col Pd a sostegno di Micari alle ultime regionali”.

“Giorno dopo giorno - commenta Daniele Vella, componente della Direzione regionale del Partito democratico - la campagna acquisti portata avanti da Davide Faraone ci fa perdere identità e militanti. Più che alla crescita di un partito progressista, plurale e democratico di sinistra, sembra ogni giorno di assistere ad una campagna acquisti di una squadra di calcio nella quale il direttore sportivo presenta il nuovo calciatore. Massimo rispetto per Misuraca e per il suo impegno – conclude – ma ciò che ci riempie di dubbi è il mutamento di pelle in atto nel Pd. Così ci si allontana ogni giorno di più dal partito progressista e democratico che immaginavamo e che vogliamo”.

"Ho sentito Dore Misuraca - dice Giuseppe Lupo, presidente del gruppo Pd all’Ars - gli ho espresso la mia soddisfazione per la sua scelta di aderire al Partito Democratico. Una scelta che arriva dopo un lungo percorso che lo ha visto impegnato nella coalizione che sosteneva il governo regionale nella scorsa legislatura così come i governi nazionali a guida Pd, e poi in occasione delle elezioni amministrative per il Comune di Palermo e delle elezioni regionali. L’adesione di Misuraca al Pd, slegata oltretutto da qualunque suo diretto coinvolgimento alle prossime elezioni politiche, è la conferma di un impegno iniziato da tempo che sarebbe ingiusto fingere ipocritamente di non ricordare. In questo senso – conclude Lupo – credo che si dovrebbero evitare polemiche strumentali che servono solo a danneggiare il PDd e remare tutti nella stessa direzione, specie alla vigilia di una importante scadenza elettorale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Nuovo centrodestra al Pd, consegnata la tessera del partito a Dore Misuraca

PalermoToday è in caricamento