Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Elezioni comunali 2017

Call center WindTre-H3g, La Corte: “Evitare un altro caso Almaviva"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Occorre evitare un nuovo caso Almaviva, che solo a Palermo significherebbe la perdita del lavoro per 250 persone". Serafino La Corte, candidato alle elezioni comunali di Palermo con la lista Movimento 139 ha richiamato l'attenzione sul caso dei call center WindTre, che ieri ha presentato il nuovo piano industriale che prevede la cessione di un ramo dell'azienda, quello del servizio di customer care svolto dai contact center ex H3g, con il rischio del licenziamento per 900 lavoratori complessivi tra Palermo, Roma, Cagliari e Genova. Al momento però non è stata ancora individuata l'azienda di outsourcing che dovrebbe subentrare. "La politica deve assolutamente intervenire", prosegue La Corte, "perché non è accettabile che non si riesca a garantire un futuro nemmeno a chi un lavoro ce l'ha. Siamo di fronte a lavoratori che hanno un contratto a tempo indeterminato che rischia di diventare carta straccia, considerato che l'azienda è intenzionata a procedere anche se non raggiunge un accordo con i sindacati in merito al destino dei lavoratori". All'orizzonte "c'è anche il rischio delocalizzazione all'estero, pratica che ha coinvolto già numerosi call center, che cercano così di far fronte alla contrazione del mercato sacrificando i lavoratori in Italia", ricorda La Corte. "Chiederemo l'intervento dei nostri referenti in Parlamento, affinché la vicenda sia portata prima possibile all'attenzione del Ministro dell'Economia", conclude La Corte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Call center WindTre-H3g, La Corte: “Evitare un altro caso Almaviva"

PalermoToday è in caricamento