menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stanchezza di uno scrutinatore al seggio dopo 12 ore si spoglio

La stanchezza di uno scrutinatore al seggio dopo 12 ore si spoglio

Ferrandelli, "I Coraggiosi" scrivono al prefetto: "Disumane procedure di scrutinio"

Lo spoglio delle schede procede a rilento e dai seggi arriva la protesta di quanti, già da ieri, lavorano senza sosta. I sostenitori di Ferrandelli chiedono "la tutela dei cittadini e il rispetto di tutti gli adempimenti"

"Procedimento disumano", "lavoro estenuante". Sono solo alcune delle lamentele che arrivano dai cittadini impegnati nei seggi elettorali per lo spoglio delle schede. Oltre ai voti - con l'ormai netta riconferma del sindaco uscente Leoluca Orlando - c'è il malumore che una procedura lunga che porta con sè polemiche e l'ombra del riconteggio.

LEGGI ANCHE: ELEZIONI, CORSA A SINDACO: LO SPOGLIO IN DIRETTA

I rappresentanti de I Coraggiosi, che sostengono Fabrizio Ferrandelli, hanno deciso di inviare una lettera al prefetto Antonella De Miro denunciando "un procedimento disumano per tutti coloro che a vario titolo stanno offrendo un servizio per la collettività. Dopo 18 ore di estenuante lavoro, e ulteriori 12 ore dalla chiusura dei seggi, sono soltanto 389 le sezioni chiuse su 600. Ci hanno segnalato che le procedure indicate dal Comune non sono state seguite da tutti i presidenti, ma che ciascuno ha deciso in maniera autonoma come procedere, dando luogo a una difformità di dati e a continui riconteggi nonché attribuzioni doppie ai candidati sindaci, per via dei trascinamenti. A parti inverse, qualcuno avrebbe gridato ai brogli, ma non sono queste le cose su cui vogliamo porre l’attenzione".

LA LETTERA: SCHIAVISMO ELETTORALE

"Siamo vicini - si legge nella nota a firma di Marco La Mantia - a chi sta svolgendo un servizio per la città, e ci spiace sapere che alcuni sono stati colti da malore per le inumane condizioni che questa scellerata legge elettorale, unica al mondo, ha generato. Chiediamo pertanto la massima attenzione da parte della Prefettura, affinché venga garantita la salute degli operatori, certi che tutti gli atti e gli adempimenti siano comunque rispettati secondo norma".

LEGGI ANCHE - PROTESTANO ANCHE I POLIZIOTTI
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento