menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liste, scrutatori, comizi: febbre elettorale, la marcia di avvicinamento all'11 giugno

Ecco alcune delle principali scadenze contenute nel calendario diramato dall'assessorato regionale alle Autonomie locali. Campagna nel vivo con la raccolta delle firme per le liste, che dovranno essere depositate dal 12 al 17 maggio

I manifesti dei candidati a sindaco e al Consiglio comunale hanno già invaso la città. La campagna elettorale è entrata nel vivo con la raccolta delle firme per la presentazione delle liste, che dovranno essere depositate dal 12 al 17 maggio presso la segreteria comunale. Ecco alcune delle principali date segnate in rosso nel calendario delle operazioni preparatorie per le elezioni amministrative, diramato dall'assessorato regionale alle Autonomie locali.

La marcia di avvicinamento alle elezioni dell'11 giugno (con eventuale ballottaggio il 25 giugno) verrà scandita da una serie di scadenze, che interessano tanto l'elettorale attivo quanto quello passivo. Giovedì 27 aprile è prevista la pubblicazione del manifesto con la convocazione dei comizi elettorali. A partire sempre dallo stesso giorno, Sala delle Lapidi dovrà "limitarsi ad adottare atti urgenti e improrogabili". 

Tutte le attenzioni saranno rivolte alla presentazione formale delle liste per Consigli comunali e dei relativi candidati a sindaco ad esse collegate. Idem per i Consigli di circoscrizione e candidati alla presidenza. Dopo il deposito delle liste (il 17 maggio), sarà cura della segreteria comunale trasmettere tutti i nominativi alla commissione elettorale circondariale. L'indomani è fissato il termine ultimo per l'esame, l'approvazione ed eventuali modifiche delle liste dei candidati. In caso di contestazioni, il 21 maggio si riunirà la commissione elettorale circondariale, che decide seduta stante. 

Da giovedì 18 maggio a martedì 23 scatterà il via alle istanze per gli scrutatori. Il 26 maggio la commissione elettorale comunale dovrà compilare l'elenco delle persone idonee a fare gli scrutatori. Un incarico ambito: 3mila i posti disponibili, cinque per ciascuna delle 600 sezioni. I nominativi saranno estratti a sorte: prevista un'idennità di 130 euro. Dal 27 maggio al 3 giugno la commissione elettorale comunale dovrà notificare la nomina agli scrutatori selezionati

Il 27 maggio e sino alla chiusura delle operazioni di voto stop ai sondaggi demoscompici sull'esito delle elezioni e sull'orientamento di voto degli elettori. Dal 6 all'11 giugno (giorno delle elezioni) gli uffici comunali rimarranno aperti dalle 9 alle 19 per il rilascio delle tessere elettorali e dei duplicati. Entro l'8 giugno gli elettori degenti e/o detenuti potranno presentare richiesta per esercitare il diritto di voto nel luogo di degenza o di detenzione. Il 10 giugno è fissata la data per designare i rappresentanti di lista e presso i singoli seggi e presso l’ufficio centrale.

Prima delle ore 6 di domenica 11 giugno è prevista la consegna ai presidenti dei seggi elettorali, a cura dei sindaci, del materiale occorrente per la votazione, nonché degli elenchi degli elettori degenti, detenuti che hanno ottenuto l’autorizzazione a votare nei luoghi di cura o di detenzione e degli elettori affetti da gravi infermità ammessi al voto domiciliare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento