menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stampa di presentazione del piano

La conferenza stampa di presentazione del piano

"Palermo più sicura in 180 giorni": il piano del M5S contro criminalità e degrado

Igor Gelarda, candidato capolista del Movimento Cinque Stelle per il Consiglio comunale, spiega le iniziative contro ladri e rapinatori, ma anche per i posteggiatori abusivi, a cui saranno “vietate strade e piazze con il nuovo Daspo urbano"

“Palermo più sicura in 180 giorni. Sei mesi per dare una prima spallata a criminalità e degrado”. Parola di Igor Gelarda, candidato capolista del Movimento Cinque Stelle per il Consiglio comunale, che promette “vita difficile” a ladri e rapinatori, sbandati e spacciatori. Tempi duri anche per i posteggiatori abusivi, a cui saranno “vietate strade e piazze con il nuovo Daspo urbano”, e per le prostitute da marciapiede. E ancora, “poliziotti municipali di quartiere per vigilare con più efficacia sia in centro che in periferia”. Sono alcune linee guida del “Piano sicurezza per Palermo” messo a punto da Gelarda insieme con altri due candidati Cinquestelle, Davide Cunsolo e Ugo Nicolosi, presentato oggi pomeriggio a Palermo nello spazio Magneti Cowork, in via Emerico Amari, con la partecipazione, tra gli altri, del candidato sindaco di Palermo del Movimento 5 Stelle, Ugo Forello, del senatore Cinquestelle Michele Giarrusso, componente della commissione nazionale Antimafia, del delegato Cocer Interforze, Marco Votano, e Nicolò Scaglione, del Dipartimento nazionale Polizia Locale Csa.

“Un palermitano su due, il 53%, teme incursioni notturne di ladri in casa”, dice Gelarda, snocciolando alcuni dati di una ricerca effettuata da una nota compagnia assicurativa. “Ma quello che spaventa di più non è avere rubati i soldi e gli oggetti preziosi (27%) o perdere beni legati a ricordi di famiglia (50%) – continua Gelarda – i cittadini hanno paura soprattutto (71%) delle aggressioni. E a dispetto di questi timori - conclude Gelarda, sempre citando la ricerca - quasi meno della metà dei palermitani (44%) ammette di non avere ancora provveduto ad adottare precauzioni per rendere maggiormente sicure le proprie abitazioni”.

“Il Movimento 5 Stelle a Palermo  - spiega il candidato sindaco Ugo Forello - punta molto sul miglioramento delle condizioni di vivibilità e questo significa, innanzitutto, ripartire da un rinnovato sistema di sicurezza, che abbiamo definito partecipata, perché prevede che cittadini abbiano un ruolo attivo nella difesa e nella cura del proprio territorio. Ci sono diverse iniziative e proposte che verranno realizzate nei prossimi cinque anni, dalla creazione del poliziotto urbano di prossimità alla realizzazione di un sistema di geolocalizzazione delle aree a rischio della città, da determinare anche in base alle segnalazioni dei cittadini palermitani al concorso per i vigili urbani”.

Per il senatore M5S Michele Giarrusso: "La sicurezza è anche una questione di coordinamento fra operatori istituzionali della sicurezza e amministrazione comunale, sinergie che sono mancate fino a questo momento in città. E poi c’è la questione fondamentale per il Movimento Cinque Stelle della partecipazione attiva dei cittadini. Si può essere davvero sicuri lavorando tutti insieme, nella stessa direzione. Il Movimento Cinque Stelle metterà a disposizione dei palermitani alcuni strumenti tecnologici, attraverso smartphone, per fare dialogare cittadini e istituzioni con l’obiettivo di contribuire a rendere Palermo più vivibile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento