Mobilità, Catania (Sinistra Comune): “Da Ferrandelli solo frottole"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Dopo la sentenza del TAR che ha definito la Zona a Traffico Limitato "una misura utile e ragionevole", non sarà certo Ferrandelli a sospendere la ZTL, anche perché rischierebbe di essere denunciato per inquinamento ambientale e per danni alla salute dei palermitani”. Così l’assessore alla Mobilità e candidato al consiglio comunale con Sinistra Comune, Giusto Catania, rispondendo alle ultime dichiarazioni del candidato sindaco del centrodestra, Fabrizio Ferrandelli.

Anche a proposito delle ipotesi messe in campo in materia di trasporto pubblico, Catania replica che «la progettualità del tram in via Libertà, che avrà un impatto minino sull'asse viario, non potrà mai essere sostituita dall'utilizzo di autobus elettrici. Lo sanno anche i bambini che la tecnologia attuale non consente una autonomia chilometrica così elevata da soddisfare le esigenze di un trasporto di passeggeri lungo l'asse Stazione centrale, Stadio, viale Strasburgo, Zen, Mondello, Sferracavallo. A meno che Ferrandelli non pensi di spendere settecentomila euro per l'acquisto di un solo autobus che sarà certamente rottamato dopo tre/quattro anni. Senza contare il problema irrisolto, su cui stanno dibattendo tutte le grandi imprese di trasposti del mondo, relativamente allo smaltimento delle batterie che sono altamente inquinanti».

Infine, sul fronte dei cantieri per l’anello ferroviario, in risposta al candidato sindaco di centrodestra che ha annunciato di voler strappare il contratto con la Tecnis se entro tre mesi il cantiere non andrà a regime, Catania sottolinea: “che validità avrà tale messinscena, visto che non è il Comune che ha sottoscritto l'avvio dell’appalto?”.

"Le tematiche connesse al traffico e alla mobilità urbana - aggiunge l’esponente di Sinistra Comune - hanno sempre grande risalto in campagna elettorale e probabilmente per questa ragione Ferrandelli ripete costantemente queste tre grandi frottole, con l'obiettivo disperato di recuperare consensi. Ma il dubbio legittimo resta: Ferrandelli mente sapendo di mentire oppure, ancora peggio, non si rende neanche conto delle castronerie che gli escono dalla bocca?”.

I più letti
Torna su
PalermoToday è in caricamento