Elezioni comunali 2017

Lydia Angela Schembri (M5S): "Chi non vuole il cambiamento ci teme perché vogliamo la meritocrazia"

Duro atto d'accusa dell'esponente pentastellata verso alcuni metodi di questa campagna elettorale per le amministrative.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Sono ormai mesi che stiamo tra la gente di tutti i quartieri di Palermo ed ho maturato una personalissima opinione (piccoli dati statistici, diciamo) : vi sono tre categorie di elettori. la più grossa fetta di elettori é costituita da gente molto adirata per la mancanza di rispetto del merito (nell´ambito delle assunzioni lavorative), per bandi europei lasciati cadere nel vuoto dell'ignoranza di un'amministrazione che non ha risorse che parlano l'inglese; sfiduciata nella politica attuale e che non ne può più di certi tagli di nastro qui e li per la città; non ne può più di vedersi abbelliti erti angoletti delle strade solo in quest´ultima settimana; non ne può più di vedersi tappezzata la propria città un po' qui e un po' lì senza un lavoro serio e progettuale".

Comincia così una nota stampa di Lydia Angela Schembri, candidata al Consiglio comunale per il Movimento 5 Stelle, che suona come un duro atto d'accusa verso alcuni metodi di questa campagna elettorale per le amministrative. "Posso tranquillamente asserire - aggiunge Schembri - che questa categoria si sente minacciata ogni giorno di dover lasciare la propria città per trovare lavoro dignitoso all'estero. La seconda categoria invece é costituita da quelli che gridano "vade retro satana" alla vista dei 5 Stelle, a volte si tratta di gente con il "posto fisso" ottenuto chissà come. Molti di questi elettori glorificano giustamente il proprio Re Sole Orlando, e si sentono minacciati da un movimento politico che sostiene politiche del lavoro eque, che parla di dignità. Questa categoria teme la vera assunzione per merito. Gente che nemmeno sa che gli unici tagli che fanno i 5 stelle sono i tagli agli sprechi! (e non tagli di nastro).

"I parlamentari 5 stelle - prosegue la candidata - si sono tagliati gli stipendi ed hanno creato il microcredito, hanno inoltre dato vita alla "trazzera" per poter permettere alle auto di poter circolare anche dopo il crollo di un pilastro autostradale; hanno, inoltre, donato delle borse di studio agli sportivi con disabilità; hanno firmato per rinunciare al vitalizio; hanno presentato proposte di legge per garantire il reddito di cittadinanza, e così via. Questa categoria credo che sia la più pericolosa poiché vuole perpetuare un sistema che invece ha danneggiato Palermo e l'Italia intera, questi elettori, hanno omesso nella loro mente che vi sono candidati che si fanno supportare da gente uscita di galera e da chi ha favorito la cultura del voto di scambio". "La terza categoria - conclude Lydia Angela Schembri - é maggiormente presente in cortili nascosti della città e non ha idea di chi siamo, vive nel degrado e alla giornata; sempre dalla mia personalissima prospettiva, sono in pochi ma ci sono". Ecco, la nostra sfida è di migliorare la città e di trasformarla rispetto ha chi l'ha mal governata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lydia Angela Schembri (M5S): "Chi non vuole il cambiamento ci teme perché vogliamo la meritocrazia"

PalermoToday è in caricamento