rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Elezioni comunali 2017

Lo Cacciato: "Affissioni selvagge e manifesti abusivi in città"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

A più di 48 giorni antecedenti alle votazioni amministrative, è Tiziana Lo Cacciato a segnalare con un esposto alle autorità di competenza ed in particolare al comando dei Vigili Urbani che le principali vie della Città sono state installate paline pubblicitarie e cartelli pubblicitari sui pali dell'illuminazione pubblica, pur essendo espressamente vietati dalla legge che, promuovono candidati al comune di Palermo.

"Circostanza questa - si legge in una nota - che testimonia l'indubbia grossolanità e scorrettezza di quei partiti e candidati al comune di Palermo che spesso si ergono a "paladini della legge e della legalità. Assistiamo ad una vera e propria battaglia fatta di illegalità e prepotenza. Questo malcostume evidenzia chiaramente da parte di alcuni candidati uscenti o degli ipotetici altri candidati che si presentano per la prima volta, la totale mancanza di rispetto delle regole esistenti con evidenti conseguenze negative a carico dell'intera cittadinanza. Per dovere di cronaca ricordo che la campagna elettorale e le relative forme di propaganda in luoghi pubblici ed aperti al pubblico sono disciplinate da una normativa organica contenuta in alcune leggi. Probabilmente - prosegue la nota - non si riuscirà a risalire a chi ha commissionato questi manifesti e, anche se ci si riuscirà, gli stessi potranno sempre dire di essere all'oscuro di tutto. Tuttavia, se gli autori di questa campagna sono coloro che si propongono di rappresentare la Città di Palermo hanno scelto di sicuro un sistema significativo per smascherare il loro modo di operare: quello dell'abuso".

La riflessione: "Il voto elettorale - conclude Tiziana Lo Cacciato - è la massima espressione di democrazia, perché ogni cittadino ha il diritto di esprimere liberamente la propria preferenza maturata sulla base della leale e corretta informazione. Di certo non sul frutto di una propaganda elettorale ridotta alla stregua di una campagna basata sull'abusivismo e sulla prepotenza con l'obiettivo di riuscire ad accaparrarsi più visibilità e prevalere sull'avversario rispettoso delle leggi in materia di propaganda elettorale". Tiziana Lo Cacciato si attiverà, con tutti i mezzi legali a sua disposizione affinché si garantisca un'informazione corretta e rispettosa delle regole. "Il mio obiettivo - precisa - l'immediato ripristino della legalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Cacciato: "Affissioni selvagge e manifesti abusivi in città"

PalermoToday è in caricamento