menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabrizio Ferrandelli

Fabrizio Ferrandelli

Ferrandelli boccia il tram in via Libertà e a Mondello: "Meglio un bus su gomma"

Focus sulla mobilità con esperti del settore al Teatro Santa Cecilia. Il candidato sindaco dice no anche alla Ztl: "L'attuale provvedimento è un fallimento, prima potenziare i mezzi pubblici". Al vaglio anche l'introduzione di un biglietto meno caro per l’accesso nell'area

Niente tram in via Libertà e a Mondello. E' questa l'ennesima promessa del candidato sindaco Fabrizio Ferrandelli. Il leader dei Coraggiosi ha radunato i potenziali elettori al Teatro Santa Cecilia per parlare di mobilità insieme a esperti del settore come Giuseppe Modica, ex presidente Amat, Giovanni Tesoriere, docente in ambito trasporti all’Università Kore di Enna e l’architetto Antonio Pierro. Ferrandelli ha chiarito, fin da principio, che non prevede nel suo programma nuove linee del tram spiegando che "esistono soluzioni alternative che non comportano decenni di lavori e ulteriori scavi in una città già provata". Il Brt (Bus Rapid Transport), ad esempio, è una di queste. Si tratta di un bus sostenibile su gomma "con una spesa di realizzazione sette volte inferiore a quella del tram”.
 
All’incontro organizzato appositamente nel centro storico di Palermo hanno preso parte anche i commercianti le cui attività ricadono all’interno della Ztl. Sull’argomento Ferrandelli ha chiarito: “L’attuale provvedimento è un fallimento, e secondo me è ciò che pensa la stessa amministrazione, se no, non avrebbe avuto senso la retromarcia fatta sulla sospensione al sabato. Per noi, la Ztl è soltanto la fine di un lungo percorso che prevede progetti integrati”. Tra le soluzioni illustrate dal candidato ci sono i nodi di interscambio. “Alla base del nostro concetto di mobilità abbiamo deciso di mettere non solo il potenziamento dei servizi pubblici, ma soprattutto la loro integrazione con altri servizi, come ad esempio varie linee di trasporto, parcheggi, taxi, easy shopping, car e bike sharing", continua Ferrandelli. 

Il leader dei Coraggiosi pensa anche ad un biglietto meno caro per l’accesso, all'introduzione di tagliandi in prossimità e dell'entrata libera fino alle 10 del mattino per lo scarico merci e ad un sottopassaggio per l’attraversamento pedonale di via Belgio.
 
L'incontro è l'occasione per parlare anche di aeroporti e autostrade. “Mettere in concorrenza gli aeroporti di Palermo e Trapani Birgi – sostiene ancora Ferrandelli - è una follia, perché lo scalo del capoluogo deve diventare punto di transito per rotte internazionali importanti. Per questo serve una autostrada potenziata che porti dalla città a Punta Raisi e dunque c’è bisogno di una rimodulazione seria e cosciente del Patto per il Sud, per far finanziare da Roma le infrastrutture che servono a cambiare il volto della città. E anche grazie a questo non metteremo mani in tasca al cittadino”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento