menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagli, Ferrandelli promette: risparmieremo 7,5 milioni di euro sulla bolletta del Comune 

La ricetta, firmata dal leader dei "Coraggiosi", per raggiungere una migliore efficienza energetica passa attraverso la sinergia tra il settore pubblico e il privato. I fondi saranno utilizzati per realizzare le opere previste nel suo programma

Fabrizio Ferrandelli si gioca la carta del risparmio energetico per conquistare il voto degli elettori alle prossime amministrative, in programma a giugno. "La valorizzazione del patrimonio edilizio comunale e il raggiungimento di standard abitativi migliori sono una nostra priorità - afferma il candidato sindaco dei "Coraggiosi" - . Investire su messa a norma degli edifici, climatizzazione, impianti fotovoltaici, illuminazione al led, involucro edilizio e riciclo dell’acqua di tutti gli edifici pubblici esistenti non è solo una scelta saggia per il presente, ma una opportunità per il futuro".
 
La ricetta, firmata Ferrandelli, per raggiungere una migliore efficienza energetica passa attraverso la sinergia tra il settore pubblico e il privato. "L’amministrazione alla quale guardiamo - precisa il candidato sindaco - deve aprirsi sempre più a nuove forme di finanziamento se vuole avere servizi più efficienti e una crescita sostenibile. Una alternativa, quella dei partenariato con i privati, a costo zero per l’amministrazione, e che anzi contribuirebbe all’aumento del dato occupazionale, con l’apertura di nuovi cantieri e la creazione di posti di lavoro".
 
La bolletta energetica del Comune, che gestisce un cospicuo patrimonio immobiliare, ad oggi si aggira intorno ai 25 milioni di euro ogni anno. Una cifra che secondo Ferrandelli si potrebbe abbattere subito del 10% con le politiche di efficientamento energetico: un risparmio, cioè, di circa 2,5 milioni e mezzo di euro l’anno, che arriverebbe fino a 7,5 milioni di euro (30%) alla fine della concessione ai privati. 

I fondi risparmiati potrebbero essere reinvestiti per dare l’avvio a numerose opere che fanno parte del programma: dalla riqualificazione del parco della Favorita, alla realizzazione di nuove aree attrezzate, dalla creazione di un sistema integrato dei parchi della costa Sud, fino alla realizzazione di laboratori di startup e di orti urbani in città.
 
"E' importante quanto prima adeguarsi al Piano 2020, un pacchetto di norme vincolanti della Ue che ci impongono entro il 2020 di abbattere del 20% le emissioni di gas serra, incrementando al tempo stesso del 20% il ricavato proveniente da fonti di energie rinnovabili", conclude il leader dei Coraggiosi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento