Elezioni, Ferrandelli lancia il piano per la mobilità: "Cinque snodi per avere meno traffico"

Il candidato sindaco de "I Coraggiosi" punta sul potenziamento dei mezzi pubblici e su cinque aree da riqualificare: "da qui l'utente potrà scegliere il metodo di trasporto più rapido e adatto alle esigenze personali in un ambiente dotato di servizi di elevata qualità"

"Alla base del nostro concetto di mobilità abbiamo deciso di mettere non solo il potenziamento dei mezzi pubblici, ma soprattutto la loro integrazione con altri servizi, come ad esempio varie linee di trasporto, parcheggi, taxi, easy shopping, car e bike sharing". Così Fabrizio Ferrandelli, candidato sindaco di Palermo per "I Coraggiosi". 

"Questi sono i nodi di interscambio e saranno al centro del nostro sistema integrato di trasporti e del rilancio delle aree commerciali della zona. Noi intendiamo semplificare il modo di viaggiare dei cittadini e migliorare il trasporto urbano. La visione della Palermo che abbiamo per il futuro - precisa Ferrandelli -  è quella di una città ben servita, in cui i cittadini possano raggiungere facilmente i punti principali della città e dove ci si possa poi spostare con ogni mezzo pubblico possibile, dal tram al bus alla bicicletta, in totale sicurezza, velocità e comodità".

Il candidato sindaco spiega di avere individuato cinque nodi: stazione Centrale, stazione Notarbartolo, Francia, Basile e Roccella. "Punti strategici - spiega Ferrandelli - in corrispondenza della circonvallazione, nei quali già sono presenti le fermate del passante ferroviario e aree destinate al parcheggio. Da qui l’utente potrà scegliere il metodo di trasporto più rapido e adatto alle esigenze personali in un ambiente dotato di servizi di elevata qualità e in cui orari e percorsi di tutti i mezzi saranno pianificati e coordinati".

L'idea è quella di riqualificare le aree facendole diventare "poli di attrazione di attività commerciali e luoghi del rilancio dell’immagine urbana, dove sarà possibile realizzare anche attività diverse che diventino luoghi di attrazione per la comunità, come piccoli spazi espositivi. Pensiamo - sottolinea Ferrandelli - di prevedere il collegamento tra il centro città e le aree di sosta e i grandi parcheggi e con il pagamento di un solo ticket si deve potere viaggiare gratis per il centro. Il risultato sarebbero meno macchine, meno inquinamento, meno multe e più vivibilità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I nodi individuati consentiranno, nelle previsioni, inoltre uno sviluppo delle aree commerciali attorno al progetto. "Abbiamo pensato, ad esempio, a un servizio di 'easy shopping' - conclude Ferrandelli - che consentirà ai cittadini di effettuare i propri acquisti e di ritrovare la merce direttamente al nodo di interscambio a due passi dalla propria auto. Questo agevolerà anche gli spostamenti a piedi nelle vie del commercio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

Torna su
PalermoToday è in caricamento