Elezioni comunali 2017

Dopo le accuse Ferrandelli rompe il silenzio: "La mia coscienza è immacolata"

Il candidato sindaco, indagato per voto di scambio politico-mafioso, affida a Facebook una riflessione su quanto accaduto e rivendica la sua innocenza: "Questa consapevolezza che non mi fa arretrare né modificare il mio percorso e il mio impegno per Palermo"

"Voglio ringraziare i tanti, tantissimi palermitani e palermitane che in queste ore mi hanno manifestato il loro affetto e la loro stima. Il mio silenzio è dettato dal profondo rispetto che, da uomo delle Istituzioni quale sono stato, nutro nei confronti degli organi inquirenti". Fabrizio Ferrandelli, candidato a sindaco del movimento "I Coraggiosi" e indagato per voto di scambio politico-mafioso, affida a Facebook una riflessione su quanto accaduto nelle ultime ore.

A tirarlo in ballo è stato il pentito Giuseppe Tantillo. A ufficializzare l'apertura dell'indagine a suo carico è stato lo stesso Ferrandelli con una nota inviata agli organi di stampa. "I giorni che mi aspettano sono difficili - si legge adesso su Facebook - ma li affronterò come sempre con determinazione e serenità, consapevole di dover rispondere in prima istanza alla mia coscienza che so essere immacolata rispetto alle gravi accuse che mi vengono mosse. Ed è proprio questa consapevolezza che non mi fa arretrare né modificare il mio percorso e il mio impegno per Palermo. Lo devo ai miei concittadini, ai miei sostenitori, agli amici, a coloro che mi amano e alla mia piccola Bruna". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le accuse Ferrandelli rompe il silenzio: "La mia coscienza è immacolata"

PalermoToday è in caricamento