menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fac simile della scheda azzurra

Il fac simile della scheda azzurra

Elezioni comunali Palermo 2017, scheda azzurra e rosa: ecco come si vota

La scheda azzurra è quella per l'elezione del sindaco e del consiglio. E' invece rosa quella per l'elezione del consiglio della circoscrizione e del presidente. In entrambi i casi non è possibile votare per due candidati sindaco o presidenti o due liste. Ammesso il voto disgiunto

Domenica 11 giugno si vota per eleggere il nuovo sindaco, il consiglio comunale, i presidenti e consiglieri delle otto circoscrizioni. Urne aperte dalle 7 alle 23. La scheda per l'elezione del sindaco è la stessa utilizzata per l'elezione del consiglio ed è di colore azzurro. E' invece rosa quella per l'elezione del consiglio circoscrizionale e del presidente. Ecco come si vota:

La scheda blu riporta i nomi e i cognomi dei candidati sindaco scritti dentro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste cui il candidato è collegato.

Ciascun elettore può con un unico voto votare per un candidato alla carica di sindaco e per una delle liste ad esso collegate tracciando un segno su una delle liste ad esso collegate (effetto trascinamento). In alternativa si può votare per un candidato sindaco non collegato alla lista prescelta tracciando un segno sul rettangolo contenente il nome del candidato e uno sulla lista (voto disgiunto).

LEGGI ANCHE: TUTTE LE LISTE E I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

E' possibile anche votare solo per il candidato sindaco tracciando un segno sul rettangolo con il suo nome. In questo caso il voto non si estende alla lista o alle liste collegate. Ciascun elettore inoltre può esprimere fino a due preferenze per candidati alla lista da lui votata scrivendone il nome e il cognome o solo il cognome sulle apposite righe apposte a fianco del contrassegno. In questo caso un candidato deve essere di genere maschile e l'altro femminile, pena la nullità della seconda preferenza.

La scheda rosa, invece, riporta i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di presidente scritti dentro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste cui il candidato è collegato. Ciascun elettore può con un unico voto votare per un candidato alla carica di sindaco e per una delle liste ad esso collegate tracciando un segno su una delle liste ad esso collegate (effetto trascinamento). In alternativa si può votare per un candidato sindaco non collegato alla lista prescelta tracciando un segno sul rettangolo contenente il nome del candidato e uno sulla lista (voto disgiunto).


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento