menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Orlando e Miceli

Orlando e Miceli

Pd, dal Nazareno via libera ad Orlando

La decisione, al termine di un incontro, tra la commissione provinciale e il vice segretario del partito Lorenzo Guerini. L'obiettivo è "costruire una coalizione riformista di campo largo alternativa alla destra e al Movimento 5 Stelle"

Dopo il sì di Davide Faraone ad Orlando, arriva anche il via libera dalla commissione provinciale del Pd di Palermo. La decisione, al termine di un incontro, avvenuto ieri sera, tra Carmelo Miceli, Antonio Rubino, Teresa Piccione e Rosalia Stadarelli con il vice segretario del partito Lorenzo Guerini.

L'obiettivo è "costruire una coalizione riformista di campo largo alternativa alla destra e al Movimento 5 Stelle". Concetto già chiaramente espresso anche dal sottosegratario alla Sanità secondo il quale "la priorità è un centrosinistra unito". Le primarie dunque "non sono necessarie se nella coalizione c'è una condivisione ampia. D'altronde così dice anche lo statuto del Pd". Per raggiungere lo scopo comune anche il simbolo del partito democratico può essere messo da parte, anche se non tutti la pensano allo stesso modo. Subito dopo l'annuncio di Faraone, il segretario provinciale Miceli, aveva storto il naso prendendo le distanze dal sottosegretario: "Chiudere un accordo senza simbolo nella quinta città d'Italia mi pare troppo". E Antonio Rubino, area Demos aveva condiviso le sue affermazioni "parola per parola".

Ora, lo stesso segretario, a nome della commissione, chiederà ora un incontro con il sindaco. Spetta dunque a Leoluca Orlando la decisione finale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento