Elezioni, Catania contro Spallitta: "Proposta dei Verdi in contrasto con principi ecologisti"

L'assessore comunale alla Mobilità e candidato a Sala delle Lapidi con la lista di Sinistra Comune scrive una lettera alla co-presidente dei Verdi Europei, Monica Frassoni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Palermo è l'unica città europea in cui il partito dei Verdi si dichiara contro la limitazione del traffico veicolare privato, contro gli investimenti infrastrutturali per migliorare il trasporto pubblico, contro le aree pedonali. Questa anomalia palermitana consegna una situazione paradossale. Per questa ragione ho inviato una nota alla co-presidente dei Verdi Europei, Monica Frassoni, per raccontare questa vicenda che sembra riconducibile al Teatro dell'assurdo". Lo afferma Giusto Catania, assessore comunale alla Mobilità e candidato a Sala delle Lapidi con la lista di Sinistra Comune, il quale sottolinea: "Questa evidente contraddizione tuttavia è coerente con il percorso politico ed istituzionale della candidata a sindaco sostenuta dai Verdi la quale, nella qualità di consigliere comunale, si è intestata una battaglia legale ed istituzionale per abolire la Ztl e per riaprire alle automobili le aree pedonali della città".

"Meno male che - conclude Catania - alle prossime elezioni amministrative, questo paradosso palermitano potrà essere compensato dall'esistenza di Sinistra Comune, un soggetto politico che è anche la casa degli ecologisti: quelli che vogliono limitare le automobili, hanno investito sulle aree pedonali e su un trasporto pubblico efficiente ed ecologico come il tram".

I più letti
Torna su
PalermoToday è in caricamento