Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Si sceglie il sindaco a Corleone: ma le polemiche non spingono gli elettori alle urne

Alle 19 affluenza al 44,5 per cento. In lotta per la poltrona di primo cittadino c'è anche Pascucci: ha deciso di andare avanti nonostante il vicepremier Luigi Di Maio abbia chiesto la sua espulsione dal Movimento. Si vota pure a Palazzo Adriano

Domenica di elezioni a Corleone e a Palazzo Adriano, i due comuni in provincia di Palermo sciolti per infiltrazioni mafiose. Seggi aperti per eleggere sindaci e consigli comunali che erano stati commissariati dalla Presidenza del Consiglio dei ministri. La polemica delle ultime ore non sembra aver spinto gli elettori alle urne per la scelta del sindaco e dei consiglieri comunali di Corleone: l'affluenza, che - complice il maltempo - alle 12 non raggiungeva l'11%, alle 19 - si vota fino alle 23 e subito dopo inizierà lo scrutinio - si e portata al 44,52%.

Sciolto per mafia nel 2016, il Comune di Corleone aveva di nuovo fatto parlare di sé una settimana fa, quando le tre commissarie che da 27 mesi lo amministrano avevano dedicato la via Scorsone, strada dove ha casa la famiglia Riina, al giudice Cesare Terranova, ucciso dalla mafia nel '79. Poi la polemica per il caso Pascucci.

A Corleone, poco più di 11mila abitanti, è corsa a tre. Ci riprova con la lista 'Nuova luce' l'ex deputato regionale Nicolò Nicolosi, 76 anni, che fu sindaco dal 2002 al 2007. Si gioca la poltrona da sindaco con Salvatore Antonio Saporito con la lista 'Viviamo' e appunto il chiacchieratissimo Maurizio Pascucci del Movimento Cinque Stelle. Quest'ultimo, toscano di 54 anni, negli scorsi giorni è stato travolto dalle polemiche per aver aperto al dialogo coi parenti dei mafiosi e per avere postato una foto con il nipote acquisito di Bernardo Provenzano. Pascucci ha deciso di andare avanti nonostante il vicepremier Luigi Di Maio abbia chiesto la sua espulsione dal movimento (Di Maio che ha deciso di non recarsi a Corleone al contrario di quanto aveva annunciato). 

Due invece i candidati a Palazzo Adriano, duemila abitanti: Nicolò Granà appoggiato dalla lista civica ‘SiAmo’ e Giuseppe Alessi sostenuto dalla lista ‘Noi ci mettiamo la faccia’. Si vota fino alle 23.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sceglie il sindaco a Corleone: ma le polemiche non spingono gli elettori alle urne

PalermoToday è in caricamento