rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Verso le Regionali

De Luca presenta i 16 candidati a Palermo, con l'ex Iena La Vardera anche sindaci e imprenditori

"Siamo stati i primi a presentare un programma", ha detto l'ex primo cittadino di Messina ora impegnato nella corsa a Palazzo d'Orleans. Poi una stoccata al centrodestra: "Giorgia Meloni ci ha fatto due regali: ha bruciato la candidatura di Stancanelli e ha scelto tra i nomi proposti da Berlusconi quello di Schifani"

Si è svolta stamattina a Palermo la conferenza stampa di presentazione dei sedici candidati della lista “De Luca sindaco di Sicilia”. Si tratta  di Ismaele La Vardera, giornalista, ex inviato del programma tv "Le Iene" e presidente di “Sud chiama Nord”; Pio Siragusa, presidente del consiglio comunale di Corleone; Tommaso Gargano, imprenditore; Igor Gelarda, consigliere comunale uscente di Palermo; Salvatore Geraci, sindaco di Cerda; Luigi Cino, sindaco di Camporeale; Salvatore Sanfilippo, già sindaco di Santa Flavia; Michele Gangi, medico odontoiatra; Filippo Romano, impiegato al Genio Civile di Palermo, Antonella Panzeca, dirigente dipartimento autonomie locali; Piera Chiarenza già assessore e consigliere comunale di Balestrate; Salvina Profita, psicologa e psicoterapeuta; Francesca Coco, insegnante; Gianluca Calì, imprenditore; Thiyagarajah Ramani, vice presidente consulta delle culture al comune di Palermo.

"Sedici candidati, uomini e donne che hanno maturato un’esperienza in molteplici settori e adesso scendono in campo per mettersi a disposizione dei siciliani e delle siciliane", si legge in un comunicato di Sicilia Vera. 

"Siamo stati i primi a presentare un programma di governo della Sicilia – ha detto Cateno De Luca candidato alla presidenza della Regione Siciliana -. Ho ufficializzato la mia candidatura a governatore della Sicilia già a ottobre dello scorso anno. E gli altri? In meno di 24 ore abbiamo assistito al festival dei candidati. Stamattina siamo stati i primi anche a depositare i simboli con la convalida di tutta la documentazione a supporto che abbiamo preparato".

In totale sono nove i simboli presentati. "Tre pilastri e sei liste di testimonianza come era il nostro progetto inziale. Alla fine, non saranno sei le liste perché il voto è stato anticipato, ma lasceremo la possibilità fino all’ultimo a chiunque voglia aiutarci di essere inserito. Nonostante tutto siamo riusciti a reggere all'impatto organizzativo di ogni scadenza, sia a livello nazionale, con il progetto 'De Luca sindaco d'Italia', sia a livello regionale con il progetto 'De Luca sindaco di Sicilia'. Stiamo portando avanti una campagna elettorale come se fosse l'elezione del sindaco di Sicilia. Aspettiamo tutti sul nostro campo».

Commentando l’attuale situazione politica De Luca ha affermato: "Ho già ordinato un mazzo di rose da inviare a  Giorgia Meloni perché ci ha fatto due regali. Il primo è stato quello di aver bruciato la candidatura di Raffaele Stancanelli, che sarebbe stata una candidatura insidiosa per me. L’altro regalo è stato scegliere tra i nomi proposti da Silvio Berlusconi quello di Renato Schifani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca presenta i 16 candidati a Palermo, con l'ex Iena La Vardera anche sindaci e imprenditori

PalermoToday è in caricamento