rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
La corsa a Palazzo d'Orleans

Regionali, spunta un altro candidato: Armao corre per Azione e Italia Viva

Il terzo polo, formato dai partiti di Calenda e Renzi, punta sul vicepresidente della Regione e assessore all'Economia

Il vicepresidente della Regione Siciliana e assessore all'Economia, Gaetano Armao, sarà il candidato governatore del terzo polo, formato da Azione e Italia viva, alle elezioni in programma il prossimo 25 settembre. Lo annunciano in una nota congiunta i partiti di Carlo Calenda e Matteo Renzi. "Siamo molto grati a Gaetano di aver accettato la candidatura - si legge -. La sua è una figura di alto profilo e rappresenta un'offerta di competenza e concretezza per i siciliani mentre sia il centrodestra e il centrosinistra sono alle prese con teatrini, divisoni e veti incrociati. La Sicilia e i suoi cittadini meritano molto di più".

I candidati alla presidenza

Con Armao salgono a quattro i candidati per la presidenza. Il primo, in ordine temporale, è stato Cateno De Luca, esponente di Sicilia Vera. Il centrosinistra ha scelto Caterina Chinnici, a seguito delle primarie, anche se l'intesa fra Pd e M5s continua a vacillare. Il centrodestra si affiderà a Renato Schifani, dopo le dimissioni di Nello Musumeci, e la girandola di nomi circolati in questi giorni. 

Calenda: "Armao farà un gran lavoro"

"Sono personalmente grato a Gaetano Armao - dichiara in una nota Carlo Calenda, leader del Terzo Polo - per aver accettato di cimentarsi nella sfida per la presidenza della Regione Siciiana con la nostra lista unica. La Sicilia ha bisogno di competenza, concretezza e affidabilità. Per questa ragione sono convinto che Gaetano farà un gran lavoro". 

Faraone: "Noi polo della serietà e della competenza"

 “Gaetano Armao rappresenta una candidatura naturale per il terzo polo, un polo ‘centrale’, moderato e riformista, che punta sulla serietà e la competenza. Tutti coloro che si riconoscono nell’operato del governo Draghi, che credono nel progetto politico di Carlo Calenda e Matteo Renzi, e che sono distanti anni luce dal populismo del M5S e dal sovranismo di destra, non potranno che riconoscersi in questa candidatura. Adesso al lavoro per una Sicilia migliore”. Così il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, spunta un altro candidato: Armao corre per Azione e Italia Viva

PalermoToday è in caricamento