rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Elezioni comunali 2022

Cuffaro: "Santoro mi critica? Proprio lui che pensava di candidarsi a sindaco e si confrontava con me..."

Il commissario regionale della Dc Nuova in merito alle recenti dichiarazioni rilasciate dallo storico esponente della destra palermitana: "Mi sorbisco anche questa ‘spolverata’ di moralità con ostinata educazione". La replica: "Dichiarazioni fantasiose e ridicole"

"Per ‘bacco baccone’ è una pandemia dilagante. Anche Santoro ha da dire sul mio impegno in politica. Il problema è che sto parlando di Stefano Santoro! Mi pare di capire che sia lo stesso Stefano Santoro che fino a qualche mese fa, quando pensava di potersi candidare per fare il sindaco di Palermo, non disdegnava il confronto con me, anzi si compiaceva nel farlo".

Lo dichiara il commissario regionale della Dc Nuova, Totò Cuffaro, in merito alle recenti dichiarazioni rilasciate da Stefano Santoro, che aveva criticato il suo impegno in politica e sostenuto che Lagalla è appunto "il candidato sindaco di Cuffaro". "Certo è comprensibile che si possa cambiare idea, soprattutto per chi ha già cambiato negli ultimi mesi qualche partito. Mi verrebbe da dire ‘est modus in rebus’. Mah… pazienza mi sorbisco anche questa ‘spolverata’ di moralità con ostinata educazione".

Non si è fatta attendere la replica di Santoro: "Sono stato io il primo in tempi non sospetti a lanciare la candidatura a sindaco di Carolina Varchi e a criticare la scelta di un sindaco di centro in continuità con Orlando. Leggo con stupore le dichiarazioni rese da Cuffaro, a seguito della mia intervista pubblicata ieri, nella quale ho stigmatizzato la candidatura di Lagalla lanciata da Marcello Dell'Utri e fortemente pretesa dal medesimo Cuffaro. Non ho mai pensato di candidarmi alla carica di sindaco e men che meno mi sono confrontato su tale argomento con Cuffaro".

"Le fantasiose dichiarazioni di Cuffaro - sottolinea Santoro - sono smentite documentalmente da precisi articoli di stampa nei quali già ad ottobre 2021 lanciavo per primo la candidatura a sindaco di Carolina Varchi, annunciando la mia candidatura al Consiglio comunale nella lista di Fratelli d’Italia, partito a cui mi ero iscritto. Rilevo che le mie opinioni di uomo di destra libero e indipendente hanno fortemente turbato Cuffaro , considerata la vasta condivisione ottenuta da parte di numerosi cittadini, lasciandolo così scadere in una narrazione priva di fondamento nel fallito tentativo di screditarmi. A Cuffaro voglio infine dire che in tutta la mia vita gli unici interlocutori politici con cui mi sono confrontato sono autorevoli esponenti della destra siciliana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuffaro: "Santoro mi critica? Proprio lui che pensava di candidarsi a sindaco e si confrontava con me..."

PalermoToday è in caricamento