rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Elezioni comunali 2022

Oltre trecento professionisti firmano petizione per Alberto Mangano sindaco di Palermo

Docenti universitari, medici e professionisti, vogliono l’architetto come primo cittadino del capoluogo siciliano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Medici, professori universitari, scrittori registi, politici e giornalisti. Tutti insieme per chiedere ad Alberto Mangano di candidarsi come sindaco di Palermo. Sono arrivate a oltre 300 le firme raccolte online per convincere l’architetto, ex assessore ed ex consigliere comunale a scendere in campo per puntare alla poltrona di primo cittadino del capoluogo siciliano. Link: www.petizioni.com/per_alberto_mangano_sindaco_di_palerm?u=7136609&utm_source=whatsapp Un gesto proveniente dal basso - che Mangano ha apprezzato e che lo sta convincendo comunque a dare il suo contributo al messaggio di questa iniziativa, dove si legge che “Palermo ha bisogno di una nuova primavera” - che vede tra i firmatari: il musicista Toti Basso, il professore ordinario di Diritto del Lavoro Alessandro Bellavista, l’ex senatore Francesco Campanella, il regista Salvo Cuccia, il presidente nazionale dell’Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma Pino Toro, l’attore e regista Gigi Borruso.

"Se dovessi accettare – dice Alberto Mangano, che ringrazia i sottoscrittori – la mia dovrà essere una candidatura naturale nell’ambito del centrosinistra e non divisiva. A Palermo alle prossime elezioni comunali è in gioco una idea di città e metto a disposizione tutta la mia esperienza ai nostri concittadini. In ogni caso questa iniziativa, voluta da donne e uomini impegnati in ambiti professionali importanti, è un’occasione per fare diventare Palermo la città che vogliamo".

"Non è possibile pensare al futuro di Palermo – continua Mangano - prescindendo dal ruolo e dal consenso dei suoi cittadini, mentre le condizioni della città continuano a deteriorarsi e la gente guarda la politica con crescente disappunto. C’è il rischio che alle prossime elezioni si manifesti una forte astensione. Per questo bisogna coinvolgere tutte quelle realtà disposte a impegnarsi per risolvere quei problemi che ci relegano agli ultimi posti per la qualità della vita e l’esercizio dei diritti primari, per cui mi rendo disponibile con spirito unitario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre trecento professionisti firmano petizione per Alberto Mangano sindaco di Palermo

PalermoToday è in caricamento