rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Elezioni comunali 2022

Festa dell'Unità a Palermo, Letta vuole gli "occhi della tigre": "Comunali e Regionali sono fondamentali"

Il segretario nazionale del Pd considera le elezioni amministrative in Sicilia decisive in vista delle Politiche del 2023. La citazione di Rocky durante la direzione del partito: "Metterò in campo chi vuole vincere, se vedrò negli occhi il pareggio allora lo metterò in panchina"

"La nostra festa nazionale dell'Unità si farà a Palermo. Un segnale chiaro, molto forte e netto dell'impegno in Sicilia con le elezioni a Palermo e quelle Regionali, sono un banco di prova fondamentale". Lo ha annunciato il segretario del Pd, Enrico Letta, che considera le elezioni amministrative in Sicilia decisive in vista delle Politiche del 2023. E per questa ragione è pronto a schierare il Partito democratico nazionale. 

Alla direzione nazionale del partito, per caricare i suoi, il segretario cita il famoso dialogo tra Balboa e Apollo Creed nel film "Rocky III". "Noi dobbiamo avere l'ambizione di guidare, di vincere e lo dico con grande franchezza, lo dico da allenatore della squadra come è un po' un segretario: io non so come, non so con quale legge elettorale e se come segretario avrò un ruolo nella scelta della squadra, ma se lo avrò, io guarderò ogni giocatore negli occhi e se vedrò 'gli occhi della tigre' di chi vuole vincere lo metterò in campo, se vedrò negli occhi il pareggio allora lo metterò in panchina".

Con la scelta di Palermo per la festa nazionale dell'Unità, il Pd - maggior azionista del centrosinistra - vuole provare a recitare un ruolo da protagonista anche alle Comunali. I nodi da sciogliere però sono ancora tanti: dal perimietro delle alleanze al nome del candidato per il dopo-Orlando. 

"Le elezioni amministrative di primavera - dice Letta - saranno prologo importante delle elezioni politiche del 2023. Si sta facendo, con Francesco Boccia, un lavoro importante in tante città. Seguiremo con il massimo impegno, lo stesso che metteremo in una terra fondamentale quale la Sicilia". Che tra l'altro sarà chiamata al voto una seconda volta per le elezioni regionali. "Io vorrei che in questo anno di avvicinamento alle politiche del 2023 fossimo tutti convinti che noi dobbiamo avere - in questo arco di forze progressiste, democratiche, ecologiste, un arco di forze che vorremmo il più largo possibile - l'ambizione di vincere e non l'istinto di sopravvivere", conclude il segretario del Pd.

Le reazioni

"Ho espresso la grande soddisfazione mia personale e dell'intero Pd siciliano per la scelta di Enrico Letta di celebrare in Sicilia la festa nazionale dell'Unità nell'anno in cui ricorre il quarantennale dell'omicidio di Pio La Torre e nel 75esimo anniversario della strage di Portella della Ginestra. E soprattutto nell'anno in cui si celebrano le elezioni regionali, definite dallo stesso segretario nazionale un banco di prova importante su cui il Pd ha voglia di impegnarsi". Lo ha detto oggi il segretario regionale del Pd Sicilia, Anthony Barbagallo, intervenendo alla direzione nazionale del Partito democratico.

Letta, nel suo intervento, ha ricordato la necessità di trovare il massimo allargamento possibile della coalizione: "Un tema che - ha detto Barbagallo - in Sicilia è di grande attualità. Partiamo dall'alleanza con il Movimento 5 stelle e le forze della sinistra e lavoreremo, facendo seguito a quello che abbiamo fatto fino ad ora, per tentare di allargare con un atteggiamento inclusivo e compatibile con la nostra proposta politica, per dar vita a candidature identitarie che parlino il nostro linguaggio, che guardino alla storia e ai valori del centrosinistra siciliano". Barbagallo, inoltre, ha fatto presente che "sono troppo poche le donne sindaco in Sicilia: 29 su 390 comuni, appena il 7%. La percentuale più bassa d'Italia, assieme alla Campania. Il Pd Sicilia lavorerà anche su questo, per diminuire il gap". Il segretario dei dem siciliani ha ricordato infine che da quando è in carica (luglio 2019) "il Pd Sicilia lavora su un doppio binario: da un lato lavorare in asse con il Movimento 5 stelle, e la Sicilia è una delle regioni in cui il rapporto funziona meglio, e dall'altro - ha concluso - quello di dividere il centrodestra che ha fatto sfaceli e disastri e non è d'accordo su nulla".

"La festa dell'Unità a Palermo - ha dichiarato in una nota il parlamentare palermitano Carmelo Miceli - è una notizia che dimostra la grande attenzione che il Partito democratico sta rivolgendo alla Sicilia. Adesso, come ha auspicato il segretario in direzione, sta al gruppo dirigente siciliano avere 'gli occhi della tigre' e costruire la vittoria per le prossime elezioni amministrative e regionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dell'Unità a Palermo, Letta vuole gli "occhi della tigre": "Comunali e Regionali sono fondamentali"

PalermoToday è in caricamento