rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Elezioni comunali 2022

Comunali, Donato: "No a discredito avversari in campagna elettorale, confrontiamoci sui programmi"

Lo afferma in un post sui social la candidata a sindaco per la lista Rinascita Palermo, rispondendo a una lettera dell'imprenditore Dragotto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Vorrei che si uscisse dall’idea che la campagna elettorale comporti necessariamente screditare l’avversario e non confrontarsi con lui sui programmi politici, discutere di idee diverse per affrontare problemi comuni". Lo afferma in un post sui social l’europarlamentare Francesca Donato, candidata a sindaco di Palermo per la lista Rinascita Palermo.

L’intervento della candidata indipendente arriva dopo gli attacchi di Miceli a Lagalla ma soprattutto dopo la presa di posizione dell’imprenditore Tommaso Dragotto che in una lettera di endorsement all’ex rettore sostenuto dal centrodestra ha definito gli altri candidati a sindaco "di nessuna incisività, privi di quella stoffa strategica ed esecutiva adatta a governare e riorganizzare la città".

"Io ho grande stima per Tommaso Dragotto - spiega la Donato nel suo post - al di là del contesto elettorale mi piacerebbe incontrarlo ed ascoltare le sue proposte per la città. Ho anche stima personale per Roberto Lagalla: la mia distanza da lui è politica. I nostri progetti hanno strategie opposte poiché lui rappresenta la coalizione di tutti i partiti di centrodestra e dovrà poi rendere conto agli stessi; io non rappresento partiti e non avrò vincoli né condizionamenti nell’esercizio del mio mandato se non verso i miei concittadini".

E mentre lo scontro tra i candidati a sindaco comincia a farsi più duro, l’europarlamentare nota per le sue posizioni intransigenti si scopre la più moderata di tutti: "Il Paese è attraversato da un forte clima di divisione ed il compito di ciascuno di noi è fare cessare il conflitto e riaccendere la speranza di cooperazione. L’occasione è dunque propizia per inviare simbolicamente una rosa a tutti i candidati perché si competa lealmente, senza il bisogno di screditarci a vicenda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, Donato: "No a discredito avversari in campagna elettorale, confrontiamoci sui programmi"

PalermoToday è in caricamento