rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022

VIDEO | Da Catania al nipote di Placido Rizzotto, i candidati al Consiglio della sinistra: "Uniti per cambiare la città con Miceli"

Presentata la prima lista, Sinistra civica ecologista, a sostegno del candidato dell'area progressista. Presenti sia volti noti come Ninni Terminelli, l'ex assessore Barbara Evola e Daniela Tomasino di Arcigay che rappresentanti del mondo della cultura che si affacciano per la prima volta alla politica. Lavoro per i giovani, raccolta differenziata e mobilità sostenibile le priorità

Una sinistra compatta e unita, diversa da quella a cui si è abituati, a sostegno di Franco Miceli sindaco. E' il messaggio che hanno voluto far arrivare forte e chiaro i candidati al Consiglio comunale con Sinistra civica ecologista, dai locali del Creziplus, ai Cantieri Culturali alla Zisa. Si tratta della prima lista che appoggia la corsa a sindaco del candidato di centrosinistra.

Trentanove nomi, in lizza in vista delle Comunali, che dovrebbero nei prossimi giorni arrivare a quaranta. Ci sono sia volti noti come l'assessore alla Mobilità Giusto Catania, l'ex assessore e capogruppo di Sinistra Comune a Sala delle Lapidi Barbara Evola, i consiglieri Marcello Susinno e Katia Orlando, il presidente di Sinistra delle idee Ninni Terminelli e Daniela Tomasino di Arcigay. Ma anche volti nuovi, rappresentanti del mondo della cultura e del sociale, che si affacciano per la prima volta alla politica. Scrittori, artigiani, musicisti, insegnanti e persino un antiquario e un'apicoltrice. Tra tutti spicca un nome importante, quello di Placido Rizzotto, nipote del sindacalista ucciso da Cosa nostra. 

"Una lista - dice a PalermoToday Miceli che non fa mancare l'attacco agli sfidanti - composta dall'aggregazione delle forze politiche della sinistra che si è presentata fin dall'inizio compatta, con le idee chiare e con un unico candidato, a differenza del centrodestra, impelagato in logiche di piccolo cabotaggio di potere per occupare poltrone e posizioni". 

Lavoro, ambiente e diritti sono i tre grandi punti fermi. Ma anche decentramento, parità di genere e mobilità sostenibile, come sottolinea proprio l'assessore al ramo Catania: "Nostro obiettivo sarà completare la rete tranviaria per collegare tutta la città". Un occhio particolare poi alla raccolta differenziata. "Riteniamo - aggiunge - che sia l'unico modo per affrontare il tema dei rifiuti e diciamo 'no' a inceneritori e termovalorizzatori nella nostra città". 

La missione di Rizzotto sarà, invece, quella di farsi portavoce dei valori per cui si è battuto suo zio. "Bisogna creare opportunità di lavoro per i giovani, utilizzando ad esempio i beni e i terreni confiscati alla mafia. Ma senza dimenticare i servizi per gli anziani e i pensionati". 

A sostegno della lista anche Luigi Carollo, coordinatore del Palermo Pride, che ha moderato la conferenza. "Sinistra civica ecologista - dice Terminelli - fa una cosa che la sinistra non è abituata a fare, si mette insieme". E lo fa radunando "quella parte migliore della città - aggiunge Miceli - che vuole contribuire a cambiare e migliorare le cose".

Domani previsto un incontro con la città con una festa a Villa Filippina alle 18. Previsti gli interventi di testimonial che sostengono la lista come Agnese Ciulla che parlerà di Pnrr e questione sociale, Armando Sorrentino che tratterà temi come l'antifascismo e la lotta alla mafia; Gianfranco Perriera che parlerà di cultura e Gianni Silvestrini di conversione ecologica. Previsti concerti di Pni, Pacha Kama e dj set.

Video popolari

VIDEO | Da Catania al nipote di Placido Rizzotto, i candidati al Consiglio della sinistra: "Uniti per cambiare la città con Miceli"

PalermoToday è in caricamento