Alla Lega l'assessorato che fu di Tusa, le associazioni culturali: "Niente compromessi politici"

Il Forum delle associazioni, libera aggregazione delle istituzioni di volontariato culturale operanti in città, si rivolge al governatore Musumeci: "Il nuovo assessore sia una persona competente nella materia, adeguata ad amministrare un settore così importante per lo sviluppo della nostra Isola"

Sebastiano Tusa

Non entrano esplicitamente nella polemica politica per la scelta di un esponente della Lega alla guida dell'assessorato ai Beni culturali e all'identià siciliana, ma chiedono che l'incarico sia assegnato "senza scendere a compromessi esclusivamente politici, ma individuando una persona che, per formazione, conoscenza profonda della nostra isola, passione e competenza, sia capace di dare impulso ad una nuova fase di valorizzazione del patrimonio culturale". Così il Forum delle associazioni, libera aggregazione delle istituzioni di volontariato culturale operanti in città (associazione Amici dei Musei Siciliani, Associazione nazionale insegnanti di storia dell’arte - sezione di Palermo, associazione Dimore storiche italiane sezione Sicilia, Italia Nostra - sezione di Palermo, Fondazione Salvare Palermo onlus)  si rivolge al presidente della Regione.

Musumeci ha ufficiliazzato che l'incarico che fu di Sebastiano Tusa andrà al Carroccio, ma non è ancora stato reso noto il nome del successore. La decisione ha scatenato la polemica politica e adesso prendono la parole le associazioni che di cultura vivono. 

"Preso atto della sua legittima volontà di affidare la delega per l’assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana - si legge in una nota - il Forum auspica e raccomanda vivamente che il nuovo assessore sia una persona competente nella materia, adeguata ad amministrare un settore così importante per lo sviluppo della nostra Isola, strategico in un quadro europeo e internazionale, fondamentale per la crescita umana e intellettuale della comunità e di ognuno di noi. Il Forum delle Associazioni si augura che il nuovo assessore, che lei si appresta a nominare, sia in grado di raccogliere l’eredità di una personalità come Sebastiano Tusa, siciliano, intellettuale di altissimo valore, che tanto ha fatto e avrebbe ancora potuto fare per il nostro patrimonio culturale. La storia della nostra terra è scritta nelle nostre pietre, nei nostri monumenti millenari, nei volti di artigiani e lavoratori che hanno saputo conservare un patrimonio immenso di tradizioni e di cultura popolare, nelle nostre coste, nelle nostre aree montane, nelle nostre strade interne che hanno consentito per secoli la circolazione di una cultura sincretica che si rifà ad altre culture vicine, ma che ha trovato proprio in terra di Sicilia una viva e specifica connotazione che ha valso a numerosi siti siciliani il patrocinio prestigioso dell’Unesco".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella nota si precisa che "In questo momento si sono diffuse molte voci e sono stati fatti alcuni nomi. Siamo certi che ella saprà scegliere con criterio la persona giusta per questo importante ruolo, senza scendere a compromessi esclusivamente politici, ma individuando una persona che, per formazione, conoscenza profonda della nostra isola, passione e competenza, sia capace di dare impulso ad una nuova fase di valorizzazione del patrimonio culturale, coniugando la conservazione e la tutela dello stesso con la fruizione  consapevole, garantendo continuità e fruizione. Confidiamo che il prossimo assessore possa pienamente rappresentare tutti i cittadini siciliani che hanno a cuore la cultura, intesa come bene comune non solo della Sicilia ma anche del nostro Paese e di tutta la comunità internazionale".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento