rotate-mobile
Politica

Diventerà bellissima a Fratelli d'Italia: "Siamo radicati nel territorio, pronti con le nostre liste per le Regionali"

Il movimento del presidente della Regione Nello Musumeci replica agli esponenti del partito di Giorgia Meloni che si opporrebbero a un eventuale accordo tra i due

"Diventerà bellissima è in splendida salute e siamo in crescita in tutti i territori", dice Alessandro Aricò, capogruppo di Db all'Ars. "Noi non cerchiamo nessuno, sono gli altri che ci cercano. Proprio perché portiamo risultati concreti", aggiunge Giusi Savarino, parlamentare regionale dello stesso gruppo. La notizia della chiusura di buona parte di Fratelli d'Italia all'ipotesi di accordo in Sicilia con Diventerà bellissima deflagra tra le fila del movimento del presidente della Regione, Nello Musumeci.

Il fatto: Fdi non vuole l'accordo con Db in Sicilia

"Non intendo replicare alle notizie che ho letto, ma devo dire che siamo molto soddisfatti del lavoro della nostra classe dirigente in tutti i comuni al voto", prosegue Aricò. E a snocciolare i dati ci pensa la collega Savarino: "Siamo stati la prima lista a Favara e abbiamo superato il 10% sia a Vittoria sia a Pachino. A Lentini, dove non avevamo consiglieri, abbiamo raggiunto il 6%. Il nostro risultato alle ultime Amministrative è assolutamente positivo. Il caso Caltagirone è una cosa a sè".

Nel comune del Catanese, dove il sindaco era Gino Ioppolo, coordinatore regionale Diventerà bellissima, il movimento del presidente Musumeci ha subito alle ultime Amministrative una cocente sconfitta contro la coalizione giallorossa di Pd e M5s. Stando a quanto riferiscono alcuni esponenti territoriali di Db, a generare amarezza e disillusione nei confronti del movimento sarebbe stato il disimpegno del sindaco uscente che, per motivi assolutamente personali, ha scelto di non ricandidarsi. Di più, il lavoro di Ioppolo è attualmente giudicato insufficiente a più livelli, soprattutto dal punto di vista del coordinamento regionale, fondamentale in questa delicata fase di avvio della campagna elettorale. Tanto che, nella prossima Direzione di Diventerà bellissima, che si svolgerà domenica a Palermo all'Hotel delle Palme, si potrebbe discutere anche della possibilità di "riorganizzare la struttura del movimento in vista dei prossimi appuntamenti elettorali".

Di una cosa sono convinti alcuni esponenti del partito di Musumeci: non è "la maggior parte di Fratelli d'Italia a non volere l'accordo, ma è una posizione isolata, quella di Raffaele Stancanelli, storico rivale del presidente". Ma se anche l'accordo con il partito della Meloni non dovesse chiudersi, Savarino assicura: "Siamo pronti con le nostre liste in tutti i territori. Possiamo andare anche da soli".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diventerà bellissima a Fratelli d'Italia: "Siamo radicati nel territorio, pronti con le nostre liste per le Regionali"

PalermoToday è in caricamento