rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Politica

Campo Rom, M5S: "S'interviene solo con l’acqua alla gola, depositata interrogazione"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Ci preme evidenziare che l’ordinanza con cui il sindaco Orlando accelera la dismissione del campo nomadi della Favorita e intraprende percorsi di fuoriuscita e sistemazione in strutture alternative ed accompagnamento all’autonomia abitativa dei rom che ivi risiedono è un provvedimento necessitato, conseguente al sequestro del campo disposto dall’autorità giudiziaria". Lo dicono in una nota i deputati nazionali Valentina D’Orso, Adriano Varrica, Aldo Penna, Steni Di Piazza, Roberta Alaimo e Giorgio Trizzino, i consiglieri comunali Viviana Lo Monaco, Antonino Randazzo, Concetta Amella, Giulia Argiroffi, Ugo Forello, il consigliere di circoscrizione, Daniela Tumbarello, che proseguono: "Nessun plauso, dunque, per l’operato del sindaco; anzi. Tale provvedimento dimostra, per l’ennesima volta, che a Palermo si interviene solo quando si è con l’acqua alla gola e si preferisce dare corso a procedure emergenziali che giustificano l’attribuzione di poteri straordinari e di procedure in deroga, piuttosto che avere una visione lungimirante e una gestione ordinaria dei problemi".

"Dagli anni '90 - sottolineano i pentastellati, l’amministrazione sa che deve approntare una soluzione alternativa, ma si è sempre girata dall’altra parte. Oggi vuol far dimenticare questa inerzia quasi trentennale con due pagine di ordinanza. I cittadini palermitani però non dimenticano. Non lo dimenticano i Rom, che hanno vissuto sinora in condizioni non dignitose, non lo dimenticano i residenti vicini al campo che hanno spesso lamentato problemi igienico-sanitari e di sicurezza, non lo dimenticano tutti coloro che sono da anni inseriti nella graduatoria dell’emergenza abitativa, poiché privi di alloggio o dimoranti in alloggi impropri o sovraffollati, e sono pazientemente in attesa dell’assegnazione di una casa e che adesso di certo si aspettano legittimamente la stessa improvvisa solerzia e determinazione da parte del Comune nel reperire loro una sistemazione decorosa".

"Come M5S - conclude la nota - abbiamo depositato la scorsa settimana un’interrogazione al sindaco in merito al sequestro del campo Rom e per ottenere chiarimenti rispetto al progetto inserito dal Comune di Palermo nel Pon Metro per inclusione sociale relativo alla comunità Rom: auspichiamo di ottenere in tempi brevi risposte alle nostre puntuali richieste”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo Rom, M5S: "S'interviene solo con l’acqua alla gola, depositata interrogazione"

PalermoToday è in caricamento