Disagi aeroporto Palermo, M5s: "Ordinanza di Musumeci ha peggiorato le cose"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Scatta l’interrogazione all’Ars: “Si dotino gli scali di mezzi e locali adeguati. Così si mette a rischio la salute dei passeggeri e degli operatori”. “Come era purtroppo prevedibile, alle parole del presidente della Regione Siciliana Musumeci in merito alla sua recente ordinanza sull’inasprimento delle misure di contenimento al Covid è seguito il nulla o si registrano addirittura peggioramenti sulla sicurezza. All’aeroporto di Palermo infatti non si sono dati gli strumenti e tempi d’attuazione utili ai vari enti a predisporre spazi adeguati dove i passeggeri provenienti dai paesi considerati a rischio possono effettuare i tamponi. Così si sono già create code, disagi e assembramenti che complicano la vita dei viaggiatori e creano solo rischi per la salute. Musumeci e Razza prendano immediati provvedimenti”. A dichiararlo sono la deputata del Movimento 5 Stelle all’Ars Roberta Schillaci e la portavoce nazionale del M5S Valentina D’Orso che denunciano i disservizi per i viaggiatori all’aeroporto di Palermo dopo l’ordinanza del presidente Musumeci. All’Ars è stata inoltre depositata una interrogazione specifica rivolta al presidente e all’assessore regionale alla salute da parte della deputata Roberta Schillaci. “Gli assembramenti e i disagi – spiegano le deputate M5S – rischiano di mettere a rischio non solo la sicurezza di viaggiatori e personale preposto, ma anche l’immagine della Sicilia. Costringere centinaia di persone in spazi angusti per effettuare i tamponi è una follia. Ancora una volta Musumeci ha emanato un’ordinanza spot non supportata da un’adeguata pianificazione e dall’ascolto degli enti preposti alla sua applicazione e che si è trasformata in un boomerang. Sono inaccettabili le immagini pubblicate da alcune testate che ritraggono i viaggiatori arrivati dall’estero stipati per ore in locali angusti dove è impossibile mantenere il distanziamento. Noi siamo assolutamente favorevoli ai controlli, ma questi vanno pianificati per tempo con gli enti preposti” – concludono.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento