rotate-mobile
Politica

No alla diretta streaming nelle commissioni: il Consiglio boccia l'emendamento 

Con 13 no, 14 astenuti e soltanto due sì, l'emendamento presentato dalla consigliera Serena Bonvissuto, del gruppo Misto, non passa. Gelarda (M5S): "La vecchia politica si conferma lontana dai cittadini"

Bocciato l'emendamento che proponeva la diretta streaming delle sedute delle commissioni consiliari. A presentarlo la consigliera Serena Bonvissuto, del gruppo Misto, da tempo attivista del Movimento 5 Stelle. Sono stati in tredici a dire no, durante la discussione per la revisione del regolamento del consiglio comunale, quattordici gli astenuti e solo due i sì.

“Nessuna trasparenza - commenta Igor Gelarda, candidato capolista del Movimento 5 Stelle per il Consiglio comunale (nella foto sottostante) -,  la vecchia politica si conferma lontana dai cittadini". Secondo Gelarda con questa bocciatura "il Consiglio evidenzia la sua stretta appartenenza a certe logiche contrarie nei fatti, aldilà delle chiacchiere di circostanza, a innovativi e immediati strumenti di conoscenza e controllo da parte dei cittadini". "La trasparenza  - conclude il candidato consigliere - non farebbe altro che migliorare la qualità della democrazia. I cittadini devono sapere quello che succede nelle stanze dove si decide il loro futuro”.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla diretta streaming nelle commissioni: il Consiglio boccia l'emendamento 

PalermoToday è in caricamento