menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore dimissionario Verusca Pizzo

L'assessore dimissionario Verusca Pizzo

Cinisi, la Giunta Palazzolo perde un assessore: Verusca Pizzo si dimette 

Dopo quasi due anni lascia le deleghe alla Pubblica istruzione, politiche culturali, turismo e spettacolo. Saluta con un lungo post pubblicato su Facebook: "E' arrivato il momento che io rimetta il mandato. Un grande onore avere avuto la possibilità di servire la mia comunità"

L'assessore Verusca Pizzo si è dimesso. Dopo quasi due anni lascia le deleghe alla Pubblica istruzione, politiche culturali, turismo e spettacolo. "Tutto ha un inizio - afferma Pizzo - e una fine: è arrivato il momento che io rimetta il mandato. Per me è stato un grande onore avere avuto la possibilità di servire la mia comunità: un’esperienza unica che mi ha arricchito personalmente e professionalmente. Spero che questa Amministrazione - continua - possa portare a termine i progetti a cui stavo lavorando che mi stanno a cuore".

L'assessore dimissionario saluta e ringrazia tutti, il sindaco Giangiacomo Palazzalo che l'ha voluta nella sua Giunta per primo, con un lungo post pubblicato su Facebook. "Gianni - scrive - ti ringrazio per la fiducia e la stima nei miei confronti e per avermi dato la possibilità di contribuire all’amministrazione del mio paese. Ho avuto l’onore - aggiunge poi Pizzo - di rappresentarti in diverse occasioni pubbliche in cui ho imparato a conoscere il tessuto sociale e culturale della nostra comunità: scuola, associazioni, artisti, artigiani che ringrazio per aver collaborato con me per attuare i progetti, condividendo con me questa bella esperienza". 

Pizzo non spiega nel dettaglio i motivi della sua scelta. "Insieme - si limita a dire - abbiamo amministrato in un periodo storico inatteso che ci ha fatto vivere nell’insicurezza, nella paura con scenari inediti e periodi bruttissimi, che ha segnato molto il nostro Paese e il nostro operato, fatto di restrizioni, coprifuoco, distanze. Insieme abbiamo affrontato tutte le difficoltà che si sono presentate giornalmente, dalla chiusura della scuola alla Dad, alle videoconferenze, agli screening di massa e tanto altro che hanno lasciato una traccia dentro e fuori di noi. Purtroppo la scuola, la cultura, l’arte, lo spettacolo sono stati i settori che hanno sofferto maggiormente questo periodo".

"L’incarico prestigioso che ho ricoperto - aggiunge - ha avuto la priorità assoluta sulla mia vita personale e familiare: mi sono sempre adoperata al massimo delle mie possibilità fisiche ed economiche, spendendo tutte le mie energie, la mia professionalità, le mie competenze, il buon senso, la mia creatività. L’ho fatto  perché sono convinta che quando si ricopre una carica pubblica di questo spessore ci si debba mettere a totale servizio della comunità. Ho amministrato ... con la sensibilità personale e la caparbietà di raggiungere gli obiettivi prefissati, che mi distinguono da donna, madre, artista, docente e cittadina fiera del mio paese. Ringrazio tutti i miei concittadini, con la speranza - conclude - di essere stata all’altezza del compito e di aver svolto un lavoro soddisfacente per la comunità. Auguro a tutta la squadra un buon lavoro e sempre Avanti!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento