Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica Cruillas

Grande Migliore, dopo il "no" del Consiglio al recupero il Comune ripresenterà la delibera

L'Amministrazione integrerà la proposta per chiarire i dubbi emersi in occasione del dibattito consiliare. L'assessore all’Urbanistica Giusto Catania: "La vicenda riveste un particolare risvolto sociale, oltre che urbanistico ed economico"

Il Comune ripresenterà la delibera del Prusst di Grande Migliore in Consiglio. Prima però "integrerà la proposta con le argomentazioni necessarie a rendere l’atto deliberativo perfetto, sia dal punto di vista formale che sostanziale".

A dirlo, dopo la bocciatura di due giorni fa, è l'assessore comunale all’Urbanistica Giusto Catania. Dietro l'esito della votazione - 13 sì (compresi 3 consiglieri pentastellati) e altrettanti astenuti (tra i quali Italia Viva e il consigliere Giaconia di Avanti Insieme), che ha spaccato la maggioranza, per l'amministrazione attiva si celerebbe "un macroscopico equivoco", "dimostrato dal fatto che l’atto deliberativo sia stato respinto senza alcun voto contrario". 

Italia Viva: "Scelta di ripresentare atto conferma che non doveva arrivare in Consiglio" 

“In condivisione col sindaco - spiega Catania - ho chiesto al segretario generale di riprendere l’interlocuzione con l’amministrazione straordinaria della ex Grande Migliore, al fine di acquisire formalmente gli elementi che possano chiarire i dubbi emersi in occasione del dibattito consiliare". Fatto questo l’atto deliberativo sarà sottoposto di nuovo alla valutazione del Consiglio comunale. "La vicenda - conclude l'assessore - riveste un particolare risvolto sociale, oltre che urbanistico ed economico, e pertanto si è ritenuto, di concerto col sindaco e con la giunta municipale, che vi siano le condizioni per riproporre l'atto".

Per Fausto Melluso, consigliere di Sinistra Comune, "si tratta di un'ottima notizia. Non ci interessa animare polemiche ma andare avanti per sbloccare una situazione che mortifica l’utilizzabilità di un’area strategica per lo sviluppo commerciale della città con una delibera importante perché la curatela possa cedere l’area e onorare i residui crediti da lavoro.  Ho espresso grande disappunto per la bocciatura immotivata di un atto che era dovuto e proceduralmente ineccepibile. Sono e siamo come gruppo pronti a confrontarci su quello nuovo che speriamo arrivi presto all’apprezzamento del Consiglio".

"Su Grande Migliore - dichiara Antonino Sala, consigliere comunale del Gruppo Avanti Insieme - finalmente la Giunta si è svegliata: la delibera respinta, senza un voto contrario, verrà riproposta al Consiglio comunale e speriamo che stavolta sia accompagnata da un adeguato percorso di condivisione e confronto che, invece, è mancato l'ultima volta. Delibere delicate e che necessitano di approfondimento, come questa, non possono essere presentate allo sbaraglio, mettendo in difficoltà i consiglieri comunali e rendendo incomprensibile alle gente le motivazioni delle loro scelte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande Migliore, dopo il "no" del Consiglio al recupero il Comune ripresenterà la delibera

PalermoToday è in caricamento